112285.t.W320.H200.M4

Si ferma il rally del mercato azionario statunitense, con S&P 500 e Nasdaq che avevano toccato nuovi record prima di scendere, con il focus che resta su Nvidia e su nuovi dati macroeconomici.

Nvidia, che è diventata la società quotata con il maggior valore al mondo, ha beneficiato di notizie positive dal settore, con Dell e Super Micro Computer che hanno ricevuto ordini di server per la startup AI di Elon Musk, prima di essere vittima di prese di profitto.

Sul fronte macro, le richieste iniziali di disoccupazione negli Stati Uniti sono state poco mosse nell’ultima settimana, attestandosi a 238.000 mila, dopo un grande balzo nel periodo precedente; la costruzione di nuove case è crollata a maggio, con i tassi di interesse più alti per un periodo più lungo che indeboliscono lo slancio del settore immobiliare; l’indice della Fed di Filadelfia di giugno è stato inferiore alle stime; il deficit delle partite correnti è stato in aumento nel 1° trimestre.

Tra gli annunci societari, Accenture ha previsto una crescita dei ricavi annuali superiore alle stime, con la crescente adozione dell’intelligenza artificiale che compensa la crescita lenta della spesa aziendale; Honeywell ha accettato di acquistare CAES Systems per 1,9 miliardi di dollari dalla società di private equity Advent International.

Guardando ai principali indici del listino USA, il Dow Jones mostra un rialzo dello 0,44%, consolidando la serie di tre rialzi consecutivi, avviata lunedì scorso, mentre, al contrario, giornata senza infamia e senza lode per l’S&P-500, che rimane a 5.476 punti. Leggermente negativo il Nasdaq 100 -0,56%; sulla stessa tendenza, in lieve ribasso l’S&P 100 -0,21%.

Risultato positivo nel paniere S&P 500 per i settori energia +2,21% e utilities +0,47%. Il settore informatica, con il suo -1,13%, si attesta come peggiore del mercato.

Tra i protagonisti del Dow Jones, Salesforce +3,73%, Chevron +2,05%, Cisco Systems +1,21% e IBM +1,15%.

Le peggiori performance, invece, si registrano su Apple, che ottiene -2,07%. Si concentrano le vendite su Dow, che soffre un calo dell’1,90%. Giornata fiacca per Home Depot, che segna un calo dello 0,94%. Piccola perdita per Procter & Gamble, che scambia con un -0,69%.

Sul podio dei titoli del Nasdaq, Gilead Sciences +9,25%, Advanced Micro Devices +4,50%, Cognizant Technology Solutions +3,25% e Workday +3,03%.

I più forti ribassi, invece, si verificano su Micron Technology, che continua la seduta con -5,54%. Seduta negativa per Qualcomm, che scende del 4,94%. Sensibili perdite per Microchip Technology, in calo del 3,86%. Vendite su ON Semiconductor, che registra un ribasso del 3,71%.

Fonte

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *