Gli animali domestici sono in grado di intenerire il cuore umano: recenti studi hanno scoperto che ci rendono più umani grazie all’affetto.

Gatto e persona

Gli animali domestici sono meglio delle persone, e su questo non c’è alcun dubbio. Le persone amano profondamente i loro animali domestici tanto da considerarli come veri e propri figli. Questi sentimenti di affetto e amore possono avere un effetto positivo sulla persona e “cambiarla” in meglio. Non è un caso se, chi si prende cura di un animale o ne ha perso di recente uno, la lancetta dell’empatia sale alle stelle.

L’affetto degli animali ci rendono più empatici

L’empatia è quel sentimento che sembra essere una virtù di pochi, ma che può crescere in ognuno di noi in qualsiasi momento, soprattutto per chi si prende cura di un animale domestico. Il motivo? Il tabù del dolore è decaduto.

Coccolare un gatto

Al giorno d’oggi gli animali sono parte integrante della famiglia. Un tempo non erano considerati come tali e la figura del cane o del gatto domestico si è evoluto a dismisura. Una svolta che è diventata evidente è come ci si rapporta con il dolore e con la perdita de proprio quattro zampe.

Prima era definito più un tabù, stare male per il proprio quattro zampe era anche motivo di scherno, alle volte. Tuttavia, l’avvento dei social e di una crescente comunità forte come quella dell’amore per gli animali ha ribaltato le carte. A dimostrarlo sono la miriade di testimonianze che si possono leggere attraverso i social media, utenti che ci mettono il nome e la faccia.

Non perderti questo approfondimento >>> Lo abbiamo perso: perché dire addio all’animale domestico fa male

Sensibilità, pietà, compassione e amore sono un vero e proprio segno di evoluzione da parte dell’uomo, che lo ha reso più umano difronte alle problematiche altrui. L’atteggiamento verso gli animali domestici ha influenzato, dunque, diversi fattori nella vita dell’uomo e nelle sue esperienze. Tanto che alcuni ricercatori ne hanno fatto interi studi.

Coccole a letto

Per esempio, gli psicologi, spiegano che il nostro atteggiamento verso gli animali domestici è influenzato da molti possibili fattori, come le norme socioculturali, le credenze religiose, i tratti della personalità e le prime esperienze di vita. Inoltre, pare anche che la compassione per gli animali sia legata ad uno specifico ormone: l’ossitocina. Non solo questa aiuta a legare con gli animali, ma gli amanti degli animali ne sono influenzate e diventare, quindi, persone più amichevoli e dotate di maggiore empatia.

Fonte

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *