Tragedia in provincia di Reggio Calabria, neonata trovata morta dentro uno zaino tra gli scogli: in corso gli accertamenti

Una straziante scoperta è quella che un pescatore nella provincia di Reggio Calabria ha fatto nella prima mattina di oggi, domenica 26 maggio. All’interno di uno zaino, ha trovato il corpo di una neonata, con il cordone ombelicale ancora attaccato.

neonata scogli

Sull’accaduto, come da prassi in questi casi, gli agenti stanno facendo tutte gli accertamenti del caso. Sono ancora tante le cose a cui dover trovare una risposta, ma da ciò che è emerso la piccola aveva pochi giorni di vita, se non ore.

Stando alle informazioni rese note da alcuni media locali, il dramma si è consumato nella prima mattina di oggi, domenica 26 maggio. Precisamente tra gli scogli del comune di Villa San Giovanni, che si trova nella provincia di Reggio Calabria. Per il pescatore fino a quel momento sembrava essere una giornata come le altre e non era accaduto nulla di insolito.

neonata scogli

Quando all’improvviso però, tra gli scogli ha notato uno strano zaino. Una volta essersi avvicinato ed averlo aperto meglio, è proprio al suo interno, avvolto in un telo, ha trovato il corpo della neonata, con il cordone ombelicale ancora attaccato. Da qui è partita la disperata chiamata alle forze dell’ordine ed anche ai sanitari, che non hanno potuto far altro che constatare il suo decesso.

Neonata trovata senza vita in uno zaino: le indagini del caso

Sul posto sono intervenuti gli agenti della scientifica, che al momento stanno facendo tutti i rilievi del caso. Inoltre, dopo aver ascoltato i pescatori presenti sul luogo, hanno scoperto che si potrebbe trattare di una bambina di origini straniere.

Una volta che sul luogo è arrivato il magistrato di turno, i sanitari hanno provveduto al recupero dello zaino e quindi del corpo della piccola.

neonata scogli

Sul posto è arrivato anche il parroco della Chiesa di Pezzo, Don Salvatore Paviglianiti, che ci ha tenuto a fare la benedizione della salma della piccola. Ora sono in corso tutti gli accertamenti, per capire cosa è successo alla bimba e per riuscire a rintracciare i suoi familiari.



Fonte

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *