Da anni circolano rumor su presunte tensioni (e anche un litigio) tra Debra Messing e Megan Mullally. Nel 2020 Karen non è comparsa in tre episodi dell’undicesima stagione di Will & Grace e i media americani hanno iniziato a parlare di problemi con la collega che interpretava Grace Adler: “Le due non si parlano più sul set e nemmeno si salutano“. Le voci sono aumentate quando le due star hanno smesso di seguirsi sui social. A confermare questi pettegolezzi è arrivata un’intervista che il creatore dell’iconica serie, Max Mutchnick, ha rilasciato a Entertainment Weekly.

La storia Instagram di Debra Messing.

A distanza di tre anni Debra Messing ha tolto ogni ombra di dubbio, visto che ieri ha condiviso su Instagram un tweet che la riguarda: “Per le otto persone rimaste ancora emotivamente coinvolte nella faida tra Debra Messing e Megan Mullally, ecco una news. Eric McCormack ha detto nel suo podcast che Megan è recentemente andata a vedere la commedia di Sean Hayes con Susan Sarandon“.

Susan e Debra infatti hanno un passato burrascoso, stando alle indiscrezioni made in USA le due donne non si sopporterebbero. Quello che è certo è che nel 2018 le due hanno litigato sui social per le loro posizioni su Donald Trump. E non è finita qui, perché mentre adesso l’attrice di Will & Grace supporta pubblicamente Israele, la Sarandon è stata licenziata da un’agenzia di Hollywood per il suo appoggio alla causa palestinese.

Quindi è bastato che Megan andasse ad uno spettacolo teatrale di Susan per indispettire nuovamente Debra?

Max Mutchnick, l’intervista del 2020 a Entertainment Weekly.

“Lavoriamo sempre con questo motto, che tutto ruota intorno al lavoro. Si tratta solo di lavoro. Quindi se manteniamo fede a questo, vi teniamo fuori da tutto ciò che è successo dietro le quinte.

Non è stato un anno facile. Ma l’eredità della serie è molto più importante per noi di qualsiasi battibecco temporaneo che potrebbe aver avuto luogo sul set. Certe cose non dovevano intralciare l’importanza dello show.

Abbiamo sempre lavorato tenendo la stampa lontana da tutto ciò che è accaduto sul set. Non avrebbe fatto altro che intralciare le storie che volevamo raccontare”.



Fonte

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *