Stefania Castelli a The Voice Senior ha conquistato tutti e quattro i coach con la sua Sally. Ad avere la meglio è stata però Loredana Bertè che l’ha presa nel suo team.

Stefania ha scritto una pagina di storia del programma perché è la prima cantante transgender ad essersi presentata.

“Io sono una donna che si è fatta da sola nel vero senso della parola. Mi chiamo Stefania Castelli ed abito a Siena dove sono nata 65 anni fa. Ho sempre fatto musica in casa, avevo l’impianto con la chitarra. La musica mi ha dato una grossa mano ad andare avanti perché mi occupava le giornate e non mi faceva pensare a quello che non ero ma che avrei voluto essere”.

Stefania ha poi continuato:

“Non sentivo proprio un rifiuto del mio corpo, sentivo più una voglia di essere una donna. Nonostante questo ho cercato di sfuggire a tutti i modi al mio destino portando avanti fino ai 45 anni una vita non mia. Ho dovuto per forza fare la transizione. La mattina mi alzavo, mi travestivo da Stefano e andavo fuori. Il travestito ero allora, non ora”.

Dopo aver cantato è stato Gigi D’Alessio il primo a prendere la parola: “Ho apprezzato molto il coraggio perché Sally siamo abituati a sentirla cantata o da Vasco Rossi o da Fiorella Mannoia“, ma è stato Clementino a chiederle di raccontargli la sua storia.

“La mia storia? Beh, Stefania è rinata dopo 45 anni grazie ad una tropue di chirurghi. Era il 2003, quindi sono maggiorenne. Non ho dovuto neanche chiedere il permesso alla mamma per venire qui”.

Tutto questo in prima serata, su Rai1, a The Voice Senior. Grazie Antonellina.





Fonte

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.