MILANO – Il sì del Manchester United è arrivato alla fine di una lunga ed estenuante giornata di trattative. Oggetto del contendere la punta belga Romelu Lukaku, 26 anni, sogno non tanto segreto di Antonio Conte. Ora il tecnico interista può finalmente abbozzare un sorriso: l’attacco dell’Inter sta prendendo forma e presto potrebbe arrivare anche Edin Dzeko. Anche i dirigenti nerazzurri sorridono, compreso il presidente Steven Zhang. Il motivo è dato alla chiusura dell’affare, ma soprattutto al successo sulla Juventus nella lunga corsa al belga. Virtualmente l’Inter comanda per 1-0. Ma il mercato non è ancora finito e questa è un’altra storia fatta di screzi che hanno radici lontane nel tempo. Quella di oggi (di storia) racconta di un vertice lunghissimo di mercato a Londra tra lo United e l’agente Federico Pastorello, che ha portato alla società inglese la nuova proposta di casa Inter: dai 65 milioni di qualche giorno fa, la proposta è stata aumentata a 70 più bonus (la richiesta era 83). La fumata bianca è arrivata all’ora dell’aperitivo, nel mezzo una conference call tra Londra e Milano a cui dalla sede di Porta Nuova ha partecipato anche il presidente Zhang. Per l’ufficializzazione, attesa nelle prossime ore, mancano le firme sui documenti che le due società si scambieranno nelle prossime ore. Lukaku è dell’Inter, adesso si passa a Edin Dzeko. Il bosniaco potrebbe arrivare nei prossimi giorni Roma permettendo.

Fonte