L’Agcom ha aperto un’istruttoria nei confronti di TicketOne e CTS Eventim: tra le ipotesi anche minacce, ritorsioni e boicottaggio.

L’Agcom, Autorità per le garanzie nelle comunicazioni, ha aperto un’istruttoria contro TicketOne e CTS Eventim. Il motivo? Abuso di posizione dominante, con possibile aggravante di minacce, ritorsioni e boicottaggio.

Lo riporta l’Huffpost, secondo cui a far scattare le indagini dell’Autorità sarebbe stata la denuncia di abuso da parte di Zed concerti, un promoter di eventi live attivo nel nord est italiano, e successivamente anche TicketMaster, tra i principali rivali italiani di TicketOne.

Agcom apre istruttoria contro TicketOne

Chi sono le realtà coinvolte in questa vicenda? TicketOne, da anni società leader in Italia per quanto riguarda i servizi di biglietteria, e CTS Eventim, società di organizzazione di eventi tedesca che detiene il 99,65% di TicketOne e controlla la gran parte dei promoter attivi in Italia, tra cui F&P, D&G, Vivo e Vertigo.

L’apertura delle indagini sarebbe avvenuta sula base della documentazione fornita dalle società ‘vittime’ dell’abuso di TicketOne nel periodo che va dal 2013 al 2017. In questo periodo, l’azienda avrebbe stipulato contratti in esclusiva per moltissimi eventi, mettendo fuori gioco Zed e TicketMaster dai rispettivi campi d’interesse, anche attraverso espedienti poco leciti come minacce e boicottaggio.

Movement
FONTE FOTO: https://pixabay.com/it/concerto-folla-pubblico-persone-768722/

TicketOne e CTS Eventim: gli illeciti ipotizzati

Tra gli esempi riportati nel documento dell’Agcom si può leggere tra l’altro, come nel settembre 2018 l’amministratore delegato di Vivo Concerti avrebbe minacciato la Zed per ottenere la distribuzione dei biglietti di un concerto di Maneskin a Padova. Ma sono tantissimi gli eventi live cui si fa riferimento, tra cui concerti di Alessandra Amoroso, Caparezza, Fiorella Mannoia e tanti altri nomi di spicco della nostra musica, tutti controllati dalla CTS Eventim.

Tra le altre accuse, vi sarebbe poi il sovrapprezzo imposto da TicketOne ai biglietti per gli eventi controllati da Zed. Una maggiorazione che non verrebbe invece applicata nei live della CTS Eventim.

Insomma, di materiale per poter parlare di violazione del sistema di concorrenza sembrerebbe essercene abbastanza. Da qui l’apertura dell’indagine istruttoria da parte dell’Agcom.

FONTE FOTO: https://pixabay.com/it/concerto-folla-pubblico-persone-768722/



Fonte