LA SPEZIA – Allo Spezia riesce l’impresa di rimontare il Chievo. I liguri ribaltano lo 0-2 dell’andata a Verona imponendosi per 3-1 e volano in finale playoff di serie B. Mai nella loro storia le aquile sono state più vicine alla serie A: l’ultimo ostacolo ora sarà rappresentato dalla vincente della seconda semifinale, tra Pordenone e Frosinone (andata 3-2), che affronteranno in trasferta il 16 agosto e poi ospiteranno a La Spezia nella gara di ritorno il 20 agosto.

Apre Galabinov, raddoppia Maggiore

Lo Spezia passa al primo affondo (2′): Bartolomei dalla destra centra per Galabinov che di testa insacca. Sulle ali dell’entusiasmo le aquile insistono ma falliscono il raddoppio nel primo tempo con Maggiore e, soprattutto, con Nzola, lasciato a tu per tu con Semper. Gli uomini di Italiano non si abbattono, insistono nella ripresa contro un Chievo eccessivamente remissivo e, dopo aver sfiorato ancora il bersaglio con Bartolomei, raddoppiano (50′): Vitale smarca in area Maggiore che con un forte sinistro sul primo palo piega le mani a Semper.

Nzola firma il tris, inutile gol su rigore di Leverbe

Il Chievo accusa il colpo e al 53′ incassa il 3-0: Erlic lancia in contropiede Nzola che con un morbido pallonetto scavalca Semper in uscita. I clivensi si gettano in avanti e, dopo aver fallito una buona occasione con Dickmann, riescono a ridurre le distanze in pieno recupero, al 93′, con Leverbe che trasforma un rigore concesso da Abbattista per tocco di mano di Mora su un tiro di Ongenda. Troppo tardi per tentare la rimonta. In finale, grazie al miglior piazzamento in stagione, va lo Spezia.



Fonte