Virginia Raffaele oggi ha rilasciato una lunga intervista a Repubblica che le ha subito ricordato come molte delle sue persone imitate oggi non ci sono più. “Riviste oggi quelle imitazioni sono buffe e tenere“, ha incalzato il giornalista. Il riferimento, ovviamente, è a Sandra Milo, Michela Murgia e Carla Fracci scomparse rispettivamente nel 2024, 2023 e 2021.

“Sandra Milo era una bambina felliniana, Michela fu geniale ‘quando l’imitatrice è più famosa dell’imitata‘. Le ha dato una ironica cattiveria: ‘I promessi sposi? Già dal titolo si capisce il finale‘ (la voce è perfetta, ndr). Carla mi raccontò che Chaplin le aveva detto ‘sarai famosa davvero quando ti imiteranno’. Da tempo non si parlava di lei, è stato bello averle ridato nel periodo finale della vita un altro po’ di luce”.

Quando tocca la politica come Boschi, Pascale, Minetti ci sono sempre reazioni“, ha continuato il giornalista, “Beatrice Venezi e il ministro Sangiuliano sono stati sportivi?“. “Eh come no, super sportivi”, ha risposto Virginia Raffaele, “da grandissimi atleti della risata (tono massimamente ironico ndr)“. Infine ha risposto a Belen Rodriguez che in una vecchia dichiarazione l’aveva accusata di volersi mettere in mostra, approfittando della sua imitazione. “Facevo un grande riscaldamento, altro che mettermi in posa. Vengo dalla danza, il corpo è uno strumento, mi alleno per non farmi male, lo sa la mia lombare“.

Virginia Raffaele, di nuovo a Sanremo? “Vedremo”

Molte imitazioni (Belen Rodriguez, Donatella Versace, Carla Fracci, Sabrina Ferilli..), Virginia Raffaele le ha realizzate anche al Teatro Ariston durante la settimana sanremese. A domanda diretta se tornerebbe, l’attrice ha risposto: “Perché ora mi dovete far venire l’ansia? Sto male fisicamente. Sanremo è una macchina enorme, ne ho fatti cinque di seguito. Vedremo, al netto dell’affetto spropositato per quel toscanaccio“.



Fonte

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *