“Per 3 giorni siamo stati terrorizzati per la variante Omicron”. Il professor Matteo Bassetti giudica eccessivo l’allarme per la variante Omicron e punta il dito contro una gestione inopportuna della comunicazione.

“Per 3 giorni il mondo siamo stati terrorizzati da alcuni miei colleghi. Oggi assistiamo alla fuga dei catastrofisti, ma quello che è accaduto negli ultimi giorni ha portato diverse persone a dire ‘è inutile vaccinarsi’. In un momento come questo, con i nervi a fior di pelle dopo 2 anni del genere, bisogna fare comunicazione in modo attenta. Io, che sono un medico, non posso venire a sapere della nuova variante perché crolla la Borsa di Tokyo”, dice, a L’aria che tira, il direttore della clinica di malattie infettive del policlinico San Martino di Genova. Bassetti non condivide l’adozione di misure come lo stop ai voli da paesi ritenuti a rischio. “A cosa serve bloccare i voli? Bisogna fare controlli e tracciare i contatti. Nel 2020 abbiamo bloccato i voli dalla Cina quando già c’era un brianzolo positivo al virus. Basta con queste misure”, dice.

Intanto, bisogna attendere per capire quali sono le caratteristiche della variante Omicron, che potrebbe provocare sintomi più lievi nei soggetti infettati. “Questo potrebbe essere un vantaggio, dopo tante mutazioni il virus potrebbe produrre un quadro meno impegnativo. Ma bisogna capire che le varianti fanno parte delle mutazioni delle varianti, chissà quante ce ne saranno ancora. La fine del mondo per una variante è solo speculazione, la scienza non c’entra niente…”, dice.

Fonte

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.