“Per accelerare la vaccinazione di massa ci vogliono i sieri, i luoghi adatti e personale che li somministri. Ci preoccupano i tempi della campagna di massa. La pressione dei cittadini che aspettano il loro turno è giustamente forte. Ma la somministrazione procede ancora con lentezza”. È quanto ha detto il presidente dell’Associazione nazionale dei comuni italiani (Anci) e sindaco di Bari, Antonio Decaro, al vertice sui vaccini tra governo, enti locali, il commissario all’emergenza Covid-19 e il capo della Protezione civile.

“Questo non è un tempo ordinario. È un tempo straordinario. Come straordinari sono stati i sacrifici che abbiamo chiesto ai cittadini italiani – ha proseguito Decaro – E dunque straordinarie devono essere le risorse, straordinario l’impegno, straordinarie le procedure. Chiediamo una regia unica nazionale per individuare le strutture adatte come gli auditorium, le palestre, i palazzetti dello sport”.

Il presidente Anci invita a serrare i ranghi e a individuare “un criterio unico, valido per tutto il Paese, che stabilisca la cronologia delle categorie dei cittadini da vaccinare”. E poi: “Si chieda uno sforzo straordinario a tutti gli operatori sanitari a partire dai medici di medicina generale, che possono svolgere un ruolo strategico in questo momento per la loro presenza capillare sul territorio”.

 

Fonte

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *