Più 30% in mezz’ora grazie alla partnership con il social di Musk, da sempre grande sostenitore

alternate text

Nelle scorse ore il logo di Twitter sul sito desktop è stato sostituito dall’icona di Dogecoin, popolare blockchain e criptovaluta che spesso è stata associata al nome di Elon Musk, nuovo CEO del social network. Quella che evidentemente è una sponsorizzazione ha portato alle stelle i Dogecoin, aumentando il loro valore del 30 per cento in meno di 30 muniti dalla comparsa del cane shiba inu, simbolo della blockchain, al posto dell’uccellino blu. Dogecoin è famosa per avere un andamento tutt’altro che costante nel criptomercato, e proprio per questo è al centro di una causa intentata da un gruppo di investitori contro Musk. Il CEO di Twitter è accusato di aver spinto ad investire in Dogecoin poco prima che il loro valore crollasse: e infatti, Musk ha più volte lodato la criptovaluta come quella più “democratica” e in procinto di rendere sempre di più. Ma Musk non si guarda indietro e continua la sua politica di massimizzazione dei profitti per Twitter, che recentemente è stato al centro di polemiche e critiche per aver introdotto diverse soluzioni controverse nel funzionamento del social, prima tra tutte la vendita del badge blu per account verificati a chiunque decida di pagare un abbonamento mensile.

doge 2 20230404042234

Fonte

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *