Selvaggia Lucarelli ha deciso di parlare la lingua della verità oggi pomeriggio su Instagram, affrontando il tema caldo del giorno: Mietta ed il vaccino contro il Covid non fatto.

“La Rai è inattaccabile, prima di entrare negli studi chiedono a chiunque – anche ai vaccinati con doppia dose – il risultato del tampone fatto entro 48 ore prima e misurano la febbre”.

Ha raccontato Selvaggia Lucarelli, che ha poi aggiunto:

“Ballando con le Stelle è un programma molto complesso, la positività di uno di noi può causare molti problemi perché chi si ammala lascia a casa molte persone. Ieri sera, a causa di Mietta, sono rimasti a casa il suo truccatore, il suo parrucchiere ed il suo ballerino. Non solo: chi si ammala può far ammalare altre persone. Noi nel cast quest’anno abbiamo persone ultra-ottentenni. Il cast dei concorrenti vip è quasi tutto vaccinato (e dico quasi perché probabilmente non tutti lo sono), la giuria è tutta vaccinata, così anche come i commentatori a bordo campo”.

Infine ha tirato una frecciatina a Guillermo Mariotto:

“Mariotto, che ora fa l’ambasciatore della salute altrui, ha fatto sapere che Mietta non ha fatto il vaccino per vaghi problemi di salute che però non le impediscono di partecipare ad un programma molto impegnativo sia dal punto di vista fisico che dal punto di vista psicologico. E qui arriviamo al nocciolo della questione: è un tema di responsabilità personale. Se una persona non si vaccina perché è un NoVax o perché ha problemi di salute, dal mio punto di vista sta a casa. Non si va ad esporre a rischi così seri persone fragili o anziane”.

Selvaggia Lucarelli: “Mietta sarebbe dovuta restare a casa, non mettere a rischio un’intera produzione”

“Che a me Mietta non sia vaccinata per problemi di salute a non cambia niente, dal mio punto di vista sarebbe dovuta restarsene a casa. A me avrebbe dovuto rispondere ‘Guarda, purtroppo non ti posso dire la ragione del perché non mi sono vaccinata perché sono affari miei, ma non appena supererò questo problema di salute mi vaccinerò‘. Il messaggio che stava passando era che due persone vaccinate avevano contratto il virus e non era vero. Perché avrei dovuto lasciar passare un messaggio del genere?”.

Ed ancora:

“Se io non fossi vaccinata non farei un programma del genere”.

La giornalista ha poi chiuso il capitolo citando il Codacons, che l’ha accusata di aver cercato di infrangere la privacy della cantante chiedendole se fosse vaccinata.

“Il Codacons ha manipolato la realtà, io non ho affatto insistito nel chiedere se Maykol e Mietta fossero vaccinati. L’ho chiesto una sola volta, lui ha risposto di sì, lei non ha risposto, ma la mia è stata una domanda legittima”.



Fonte

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *