“I tamponi con accesso diretto per la popolazione in età scolare sono possibili solo con l’autocertificazione vidimata dalla scuola oppure a seguito della segnalazione al medico o pediatra di famiglia“. Lo chiarisce l’assessore al Welfare della Regione Lombardia, Giulio Gallera, sottolineando quanto previsto dalle linee guida anti-Covid per il settore scolastico, diffuse alle Ats e, da queste, a tutti gli istituti di ogni ordine e grado. Le parole di Gallera arrivano nel giorno successivo all’appello lanciato dall’Ats Città metropolitana di Milano che, dopo i primi sovraffollamenti registrati in alcuni punti individuati per le scuole, ha chiesto di non intasare il servizio in assenza di reale necessità.

Fonte