ROMA – “Dobbiamo giocare il derby per vincere. Non cambio mentalità o schemi per una partita”. È un Paulo Fonseca determinato quello che si presenta in sala stampa, a Trigoria, alla vigilia dell’atteso derby della capitale. Il tecnico giallorosso, malgrado la pesante sconfitta con la Juve in Coppa Italia, non ha in mente rivoluzioni in squadra: “Non è perché abbiamo perso due volte contro la Juve che dobbiamo cambiare la nostra mentalità. Non dobbiamo cambiare atteggiamento. Abbiamo sbagliato due partite ma nelle altre gare abbiamo fatto sempre bene, con grande gioco e con una buona mentalità. Contro la Lazio voglio una squadra coraggiosa. Giocheremo, come sempre, con la difesa a quattro e con Cristante a centrocampo. Non alzerò Mancini in mediana perché significherebbe stravolgere due reparti. Sono fiducioso perché la squadra è motivata e in condizioni di fare una buona partita”.

“Vedrete un Kluivert diverso, ottimista su Diawara”

A far tornare il sorriso a Fonseca anche le notizie provenienti dall’infermeria. “Perotti e Pastore non sono nelle condizioni fisiche di entrare in campo dal primo minuto ma sono convocabili e saranno accanto a me panchina. Il resto? Chi giocherà lo vedremo domani. Kluivert? È rientrato un lungo infortunio lungo, e ha giocato 90′ per via delle assenze di Perotti e Zaniolo, nonostante avesse pochi allenamenti sulle gambe. Per questo è stato molto ‘stancò contro la Juve. Ma ora si è riposato e garantisco che contro la Lazio vedrete un Kluivert diverso”.Tornando sugli infortunati, il tecnico giallorosso dice di non essere preoccupato per le condizioni Diawara: “Sono ottimista. I prossimi giorni sono molto importanti. Non c’è bisogno di fare un intervento chirurgico adesso. Sta migliorando e spero che non ci sia bisogno di intervento. Lui oggi mi ha detto che si sente molto meglio”.

“Lo striscione contro Zaniolo? Chi lo ha scritto non ama il calcio”

A Trigoria oggi si sono presentati oltre 1000 tifosi per sostenere la squadra. Fonseca li ringrazia: “È bellissimo per noi vedere questo appoggio. Questo sostegno per noi è importantissimo. I nostri tifosi in tutti i momenti ci hanno dato un grande sostegno. Dobbiamo lottare per loro e fare un grande partita. Loro meritano il nostro massimo impegno”. ‘Bacchettatà, invece, ai tifosi della Lazio che nella motte, fuori dei cancelli del ‘Fulvio Bernardinì hanno esposto uno striscione contro Zaniolo (“Zaniolo come Rocca… Zoppo de Roma”., ndr): “Chi lo ha fatto non è un tifoso di calcio. Non è una persona che ama il calcio”.

“Politano? Nessun rimpianto. Arriverà un esterno nei prossimi giorni”

Chiusura dedicata al mercato che è n pieno fermento: Politano, che sembrava destinato alla Roma, si sta accasando al Napoli mentre i giallorossi stanno stringendo per avere Carles Perez del Barcellona: “Politabo non è un rimpianto. L’operazione non si è fatta. Non voglio dire del perché ma penso che Petrachi e Fienga abiano difeso bene gli interessi della Roma. Avremo altre possibilità e penso che nei prossimi giorni vedrete un nuovo giocatore. Che sostituirà Zaniolo. Le caratteristiche sono chiare: deve essere uno che gioca bene dentro al campo, veloce e con profondità”.



Fonte

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *