La Calabria è la Regione italiana che, in valore assoluto, detiene il record per le spese sostenute per incarichi libero-professionali di studi, ricerca e consulenza: 2.388.601,23 euro nel 2020. Tanto da essere annoverata fra le tre Regioni detentrici del rating ‘C’, secondo la speciale classifica elaborata per l’Adnkronos dalla Fondazione Gazzetta Amministrativa della Repubblica italiana, nell’ambito del progetto ‘Pitagora’, che prende in esame i costi sostenuti nel 2020 da Regioni e capoluoghi di Provincia (sul sito www.adnkronos.com tutte le tabelle e le cifre del report).

Subito dopo la Calabria, fra le Regioni con gli importi più elevati di uscite per questa voce, superiori a 1 milione di euro, si trovano, al 2° e 3° posto, rispettivamente, la Toscana (1.265.569,91) e la Campania (1.055.933,19). Seguono, fra le Regioni che spendono di più, con importi compresi tra 100.000 euro e 1 milione: Emilia-Romagna (952.904,77), Basilicata (624.649,37), Sicilia (568.024,18), Puglia (530.187,27), Molise (399.104,32), Sardegna (386.441,05), Lazio (297.648,00), Lombardia (262.253,94), Valle d’Aosta (234.900,42), Abruzzo (175.289,01), Friuli Venezia Giulia (133.320,44).

Fonte

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *