quante nazionale calcio italiana vinto l europeo v4 723672

Oggi inizia la competizione UEFA Euro 2024, la massima competizione calcistica europea per le squadre nazionali, che sarà svolta in Germania. L’attuale detentore del titolo è l’Italia, che cercherà di difendere la coppa dalle altre 23 squadre nazionali partecipanti.

Escludendo l’ultima competizione, svoltasi nel 2021 per colpa della pandemia – ma ufficialmente nota come UEFA Euro 2020 – l’Italia ha vinto altre 2 volte la manifestazione continentale, seppure nella lista ufficiale presente nel sito della Uefa viene indicata solo la vittorio contro la Jugoslavia nel 1968. Come mai?

Le ragioni sono abbastanza semplici. Precedentemente l’istituzione del Campionato europeo di calcio, nato nel 1960 grazie all’impegno del dirigente sportivo francese Henri Delaunay, che lavorava per la UEFA, esisteva un’altra competizione continentale, antesignana dell’attuale campionato.

Esso prendeva il nome di Coppa Internazionale e fu la prima manifestazione calcistica europea pensata per le squadre nazionali. Tradizionalmente le vittorie di questa competizione non vengono considerate quando si fanno le liste ufficiali dei trofei, ma per via della loro importanza storica e calcistica sono state rivalutate dalla stessa UEFA, che ha concesso alle squadre nazionali vincitrici di potersi fregiare del titolo di “campioni europei” per gli anni antecedenti l’europeo del 1960, vinto dall’Unione sovietica.

La Coppa Internazionale venne vinta due volte dall’Italia e una volta ciascuno dall’Austria, dall’Ungheria e dalla Cecoslovacchia, che tra gli anni Quaranta e Cinquanta dimostrarono di essere le potenze del calcio europeo dell’epoca.

La prima edizione fu svolta tra il 1927 e il 1930 mentre l’ultima (la sesta) avvenne fra il 1955 e il 1960. La quarta edizione venne invece interrotta per l’annessione dell’Austria da parte della Germania nazista, poco prima dello scoppio della Seconda Guerra mondiale.

Come si può vedere dalle date, questa competizione era molto diversa dall’attuale, visto che veniva svolta su più anni. Un’altra differenza molto importante tra le due competizioni era legata al numero delle squadre.

Solo infatti un numero ridotto di nazioni partecipò ufficialmente a questi tornei, non tanto perché non riuscivano ad accedere alla fase finale, ma perché per accedervi bisogna essere accettati dagli altri membri fondatori, espressione del miglior calcio disponibile sul suolo europeo a cavallo delle due guerre mondiali, ovvero Austria, Italia, Ungheria e Cecoslovacchia.

In pratica solo la Svizzera venne accettata dalle altre squadre, anche se vennero realizzate delle Coppe Internazionali per dilettanti che furono vinti da paesi come la Polonia e la Romania.

L’Italia vinse due Coppe Internazionali in pieno periodo fascista, ovvero durante la prima e la terza edizione del torneo, divenendo così la squadra europea più titolata in assoluto in termine di vittorie.

Dopo che l’intera Europa abbracciò la nuova competizione, l’Italia vinse invece la terza edizione UEFA del 1968, dopo aver passato una semifinale da brivido contro l’URSS, in piena guerra fredda. Durante infatti quella partita la nostra nazionale non riuscì a superare l’URSS nei tempi regolamentari e vincemmo solo grazie alla regola della monetina, che impose la vittoria dell’Italia sulla squadra sovietica, provocando molte polemiche calcistiche e politiche da parte dei paesi della Cortina di Ferro.

Se siete invece interessati nel sapere quali partite del prossimo europeo verranno trasmesse in chiaro, sappiate che tutte le partite della nostra nazionale e dei match più importanti saranno trasmesse dalla RAI.

È possibile inoltre vedere alcune partite con la massima definizione su Tivùsat, sul canale Rai 4K, anche se la diretta non sarà trasmessa in 4K nativo.



Fonte

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *