Quando limitare l’attività fisica del cane: adattare l’esercizio di attività alle diverse fasi della vita del vostro amato amico a quattro zampe.

cane anziano

L’attività fisica è fondamentale per la salute del fisica e mentale del cane. Tuttavia, ci sono alcune situazioni in cui è importante limitare l’esercizio fisico del cane per evitare di mettere a rischio la sua salute.

In questo articolo, vedremo quando è necessario limitare l’attività fisica del cane e come farlo in modo sicuro.

Quando limitare l’attività fisica del cane

Ci sono momenti in cui, limitare l’attività fisica del cane diventa essenziale per preservare la sua salute quanto più a lungo possibile.

Sapere quando farlo, è fondamentale per prevenire lesioni, promuovere una guarigione ottimale e mantenere la salute generale dell’animale.

Dall’età avanzata agli interventi chirurgici, vedremo quali le circostanze in cui moderare l’attività fisica diventa necessario e responsabile per il vostro amico a quattro zampe.

Età avanzata

Quando il cane invecchia, può essere meno attivo e più incline a lesioni. Ecco perché, diventa importante, limitare l’attività fisica.

Attività fisiche brevi e meno intense, sono meno stressanti per il cane anziano ma aiutano a mantenere il suo benessere mentale.

Monitorare il cane durante l’attività fisica è importante per rilevare eventuali segni di affaticamento o dolore.

Il controllo regolare con il veterinario, può aiutare a regolare l’attività fisica, in base alle esigenze specifiche del cane.

Durante l’estate

Il cane, proprio come gli esseri umani, non sopporta il caldo e le alte temperature.

cane disteso per il caldo

Quando fa caldo, le attività fisiche possono essere pericolose e aumentare il rischio di ipertermia.

I sintomi dell‘ipertermia nel cane vanno dall’affaticamento al colpo di calore che può essere in alcuni casi fatale.

Per prevenire l’ipertermia, è importante limitare le attività fisiche del cane durante le ore più calde della giornata.

Passeggiate, giochi al mattino presto o in serata, sono molto più sicuri perché le temperature sono più fresche.

Dopo interventi ortopedici

Dopo interventi ortopedici il tempo di recupero varia a seconda della natura dell’intervento. Perciò, è essenziale rispettare rigorosamente le indicazioni del veterinario in merito a quanto tempo il cane dovrebbe limitare le attività fisiche.

Le attività fisiche devono essere limitate per evitare sforzi eccessivi sulle articolazioni che stanno guarendo.

Il veterinario potrebbe consigliare l’uso dei tutori o gabbie metalliche per sostenere e immobilizzare le articolazioni.

Questi supporti aiutano a proteggere le ossa o le articolazioni del cane durante l’attività fisica e contribuiscono a mantenere l’allineamento corretto.

Segni di affaticamento dolore

Quando il cane fa attività fisica può stancarsi o farsi male in modi che non sono sempre facili da riconoscere.

cane disteso e affaticato

Ecco perché, è importante osservare il cane per vedere se cambia il passo, la postura o il respiro.

Se il cane mostra segni di stanchezza è meglio rallentare il ritmo o ridurre la durata dell’attività. Se il cane è alle prime armi con un nuovo tipo di attività, è meglio iniziare lentamente, aumentando gradualmente l’intensità e la durata nel tempo.

Post intervento chirurgico

Dopo un intervento chirurgico il cane ha bisogno di riposo, perciò l’attività fisica può danneggiare le ferite, aumentare il dolore e il rischio di complicazione.

L’eccessivo movimento o sforzo fisico, può aumentare il rischio di complicazioni post operatorie come sanguinamenti, infiammazioni o infezioni.

Per tale motivo, è importante seguire le indicazioni del veterinario sulla quantità e il tipo di attività fisica da svolgere dopo un intervento chirurgico.

Vi aspettiamo sul nostro nuovo canale TELEGRAM con tanti consigli e novità

Lesioni articolari o muscolari

L’attività fisica eccessiva può peggiorare le lesioni muscolari o articolari che possono essere state causate da incidenti sforzi eccessivi o malattie.

L’attività fisica intensa, può aumentare la pressione sulle strutture danneggiate rallentando il processo di guarigione e aumentando il rischio di complicazioni.

Per favorire una guarigione rapida ed efficace, è importante limitare le attività fisica fino a quando la lesione non sarà completamente guarita.

Problemi cardiaci o respiratori

I problemi cardiaci e respiratori possono rendere il cane più vulnerabile allo sforzo fisico. Per tale ragione, è importante limitare l’attività fisica del cane con problemi cardiaci o respiratori.

Proprio perché, può aumentare il lavoro del cuore e dei polmoni peggiorando le condizioni dell’animale.

Sarà il veterinario a dare indicazioni specifiche, sulla quantità di attività fisica consentita all’animale.

Iscriviti al nostro nuovissimo canale WHATSAPP e ricevi ogni giorno storie e video inediti solo per te

Come limitare l’attività fisica del cane

Per assicurarsi che il cane non si stanchi troppo è necessario limitare l’attività fisica del cane ed è importante farlo in modo graduale e progressivo.

Ecco alcuni consigli per limitare l’attività fisica del cane in modo sicuro:

  • se sembra stanco e affaticato, è bene fermarlo;
  • fate in modo di fargli fare pause frequenti durante l’attività fisica;
  • moderate la durata e l’intensità dell’attività fisica;
  • scegliete attività fisiche meno impegnative, come una passeggiata al guinzaglio o in giardino.

Se avete dubbi su come limitare l’attività fisica del vostro cane, consultate il vostro veterinario.

Fonte

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *