A sette mesi dal rilancio del progetto Mimosa – patrocinato, tra gli altri, da Federfarma, Farmaciste insieme e Fondazione Vodafone Italia rinnovano la collaborazione in favore delle donne vittime di violenza domestica. Ne danno notizia nel corso del webinar tenutosi oggi per tracciare un bilancio del progetto, delineandone gli sviluppi futuri.

La campagna antiviolenza – avviata nel 2014 da Farmaciste insieme con il patrocinio di Federfarma, Federazione Ordini Farmacisti Italiani, Fenagifar, Rete Vision e Ministero della Salute – quest’anno si è arricchita di un utile strumento informativo per supportare le donne in difficoltà: l’app Bright Sky.

Il progetto Mimosa ha una forte valenza sociale, soprattutto nel perdurare dell’emergenza legata alla pandemia che spesso limita, per le donne in difficoltà, le possibilità di chiedere aiuto all’esterno.

La scelta di coinvolgere le farmacie nasce dalla consapevolezza che esse, grazie alla capillarità diffusa sul territorio, sono molto spesso il primo punto di informazione al quale le donne si rivolgono per avere aiuto. Una tendenza agevolata da due fattori: dal rapporto di fiducia che porta le persone a rivolgersi al farmacista come a un consulente, e dalla forte presenza femminile (80%, fra gli oltre 70 mila farmacisti che lavorano in farmacia). In sette mesi sono stati distribuiti un milione e 900mila volantini informativi, esauriti in poco tempo.

Bright Sky è l’app mobile di Fondazione Vodafone che fornisce risorse e strumenti utili alle donne che subiscono violenza domestica e maltrattamenti. La partnership con Farmaciste Insieme e Federfarma, lanciata nel marzo 2021, ha portato a un +10% di download dell’app stessa. Bright Sky, scaricabile gratuitamente, può essere utilizzata non solo dalle donne che subiscono maltrattamenti ma anche da parenti, amici, colleghi di lavoro, associazioni e da tutti coloro che sono vicini a donne maltrattate. È inoltre disponibile una versione browser, che rende accessibile l’app anche a coloro per cui sia impossibile utilizzarla da mobile per ragioni di sicurezza.

«Federfarma sostiene con convinzione, da anni, il progetto Mimosa. Solo lavorando insieme riusciremo ad avviare un profondo cambiamento culturale che possa contrastare efficacemente la violenza di genere – afferma Michele Pellegrini Calace, tesoriere di Federfarma e moderatore del webinar –. L’accoglienza e l’ascolto rientrano nel nostro DNA professionale. Ogni giorno i cittadini che entrano con fiducia nelle nostre farmacie ottengono risposte ai loro bisogni, non solo di salute. Questo progetto ci vede uniti con l’obiettivo di dare un aiuto concreto alle donne vittime di violenza».



Fonte

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *