Rassegnamoci, almeno per ora. Per un clima più mite, in linea con il calendario, dovremo infatti attendere maggio. Perché il fine settimana alle porte sarà ancora piovoso e con temperature più invernali che primaverili secondo le previsioni sono del team del sito iLMeteo.it. “Anche l’imminente weekend – spiegano – sarà contraddistinto da una circolazione ciclonica di stampo più invernale che primaverile. Se sabato sarà il giorno meno piovoso, domenica le piogge e i temporali interesseranno gran parte delle regioni”.

I meteorologi informano che l’Italia è inserita in una circolazione fredda che, alimentata da venti settentrionali, è la responsabile di questi giorni decisamente poco miti. “Dabato – continuano – il tempo risulterà più instabile sulla Sardegna e sulle regioni centro-meridionali adriatiche. Sul resto dei settori sarà più asciutto e anche più soleggiato, ma già dal pomeriggio le nubi cominceranno a coprire il cielo del Nordest”.

 

Domenica un intenso fronte perturbato che ruoterà attorno a un vortice ciclonico in formazione sul Mediterraneo, avvinghierà un po’ tutte le regioni con piogge intermittenti e deboli al Nord, nevicate sulle Alpi (1000-1200m), rovesci e temporali via via più diffusi sul Centro (specie Lazio, Abruzzo e Molise), in Sardegna e poi pure su coste tirreniche meridionali, Calabria e Basilicata.

“In questo contesto le temperature, dopo un piccolo sussulto verso l’alto atteso per sabato – concludono gli esperti de iLMeteo.it – subiranno una nuova diminuzione di circa 3-5 gradi con valori massimi tra 9 e 14 gradi su gran parte delle regioni. Anche la prossima settimana partirà con il piede sbagliato e anche se le temperature tenteranno di risollevarsi un pochino, per avere il caldo gradevole e tipico della primavera dovremo aspettare maggio”.

Fonte

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *