Dalla passione dei suoi fondatori per il calcio e da esperienze decennali nel mondo del digital marketing e della comunicazione, nasce Globall, una piattaforma innovativa di sport management rivolta al movimento calcistico femminile e, più specificatamente, a una gestione dell’atleta a 360°. Lo fa sapere la neonata agenzia con una nota. “Globall nasce sulla scia di alcune importanti novità che hanno caratterizzato il calcio femminile negli ultimi mesi: dapprima la parità salariale, rispetto ai colleghi uomini, conquistata dalla Nazionale femminile U.S.A.; poi, l’ufficialità dell’approdo della nostra Serie A al professionismo a partire dall’1 luglio, uno step decisivo per tutto il comparto, dopo anni in cui il movimento è cresciuto e si è imposto man mano sul palcoscenico internazionale”.

“La storia ci insegna che la presunta forza degli uomini non sia nulla rispetto alla tenacia delle donne – afferma Rosario Magro, Ceo di Globall – Ci sono voluti molti anni, forse troppi, per ottenere un riconoscimento come quello del professionismo e non possiamo permetterci di sprecare questa occasione: le donne nel calcio dimostreranno non solo di meritarsi gli stessi diritti degli uomini ma sapranno scrivere pagine sportive e umane di grande valore“.

Globall non si affianca semplicemente al concetto di “uguaglianza”, così tanto inflazionato di questi tempi, ma rilancia facendosi interprete di un percorso che possa trarre lezione dagli errori e dalle storture del calcio professionistico maschile per tracciare un’esperienza nuova, a tratti rivoluzionaria.

A capo di Globall, fondata a inizio 2022, una squadra di imprenditori appassionati di calcio e accomunati da valori giudicati imprescindibili in qualsiasi disciplina sportiva. Ne fanno parte, infatti, Roberto Minojetti, avvocato esperto di Diritto Sportivo con svariate esperienze nei club, professionistici e non; Rosario Magro, pionere dell’Influencer Marketing ed esperto in comunicazione digitale multicanale; Davide Scalmani, punto di riferimento nel management di talents e sportivi in Italia; Davide Redaelli, imprenditore nel settore della Digital content creation; Andrea Casamassima e Andrea Eusebio, esperti di comunicazione editoriale multimediale.

“Globall è una piattaforma in grado di gestire a 360 gradi il management delle calciatrici – racconta Rosario Magro – potendo garantire la gestione della procura sportiva considerandola, però, come punto di avvio di un percorso che metta al centro le persone, ancor prima delle professioniste“. “Infatti – prosegue il CEO di Globall – alla figura del procuratore sportivo affianchiamo professionisti esperti di comunicazione, digital e social, che si pongono ogni giorno l’obiettivo di garantire una coerente crescita dell’atleta non solo dal punto di vista sportivo”.

Un prendersi cura delle proprie assistite in tutto e per tutto, quindi, senza però dimenticare l’impatto sociale ed etico che lo sport assume come valore intrinseco, e che Globall pone fra i propri campi d’azione. L’annuncio di cui Magro e Globall si fanno interpreti è quantomeno inedito: “Un bravo procuratore deve sempre cercare di far ottenere il meglio al proprio assistito, e questo sarà anche il nostro obiettivo, ovviamente. Ma nella convinzione di poter essere davvero precursori di un approccio nuovo verso il mondo dello sport, devolveremo il 50% delle provvigioni derivanti dalle nostre procure ad associazioni benefiche che selezioneremo di volta in volta attraverso apposite iniziative. Insieme alle nostre assistite, non vediamo l’ora di farci interpreti di valori quali solidarietà, condivisione, emancipazione, sostegno reciproco, senso di comunità”.

Globall si è già presentata al grande pubblico appassionato di calcio ponendo la propria firma al Premio Gentleman 2022, in particolare legando il proprio nome al Premio Lady Fair Play assegnato al portiere del Milan, Laura Giuliani.

Fonte

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.