“Koulibaly è un simbolo del Napoli, se non vuole più essere un simbolo è lui che lo deve decidere”. Così il presidente del Napoli Aurelio De Laurentiis in merito al futuro del difensore azzurro Kalidou Koulibaly, al centro di voci di mercato. “Noi vogliamo che Koulibaly resti, ma non è che la gente la si può obbligare. Ognuno ha una sua dignità e delle sue esigenze. Noi rispettiamo chiunque, a voi risulta che io abbia obbligato qualcuno a restare, anche con qualche anno di contratto? L’unico che ho obbligato, e che saluto perché è un caro amico, è Walter Mazzarri: dopo due anni mi disse che voleva andare via, io gli dissi che sarebbe rimasto. Lui l’ha fatto e ci ha regalato quattro anni di soddisfazioni”, aggiunge De Laurentiis a margine della ‘Race for the cure’ a Napoli.

Capitolo Victor Osimhen: il centravanti nigeriano viene accostato alla Premier League. “L’abbiamo avuto a mezzo servizio per due anni, dare giudizi ora è poco opportuno”, taglia corto De Laurentiis.

Fonte

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.