Altro trionfo azzurro ai campionati del mondo di nuoto a Budapest. Dario Verani entra nella leggenda del gran fondo vincendo la maratona delle acque libere, ultima prova iridata sul bacino del Lupa Lake. Il ventisettenne di Cecina allenato da Fabrizio Antonelli per l’Esercito, che lo scorso anno qui vinse il bronzo europeo nella 5 km vinta da Gregorio Paltrineiri suo compagno di allenamenti, si impone in 5h02’21″5, battendo il francese Axel Raymond, grande favorito alla vigilia. Il parigino ventottenne, già bicampione mondiale in carica e campione europeo qui lo scorso anno, ha condotto per 24.5 km in testa nuotando da padrone. Poi nel cono finale l’azzurro lo passa a velocità doppia e tocca primo con il francese a +1″2 (5h02’22″7) mentre terzo è l’ungherese Peter Galicz (5h02’35″4).

Fonte

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *