Domanda. Ho 68 anni ed ho la miopia dalla nascita. Nel 1995 hanno scoperto che avevo un glaucoma e da allora l’ho sempre curato e controllato. Nel 2018 ho fatto intervento per cataratta e sono cominciati i problemi. L’occhio destro ha perso la vista per maculopatia e ora piano piano sta sparendo anche la capacità visiva dell’occhio sinistro. Si può salvare almeno quest’occhio? Esiste una cura?

Vuoi fare anche tu una domanda a un esperto di Retina in salute? Scrivi a retinainsalute@repubblica.it

Risposta. Dalle sue brevi informazioni sembrerebbe che nei suoi occhi si siano assommate almeno tre alterazioni: la miopia (forse elevata), la malattia glaucomatosa e la cataratta. Non è chiaro, non disponendo di più precise informazioni, se la sua maculopatia sia legata alla miopia o all’età (degenerazione maculare legata all’età). Il glaucoma in un occhio miope è più difficile da trattare e da controllare che nell’occhio non miope. Lei riferisce che la perdita visiva abbia avuto inizio dopo l’intervento di cataratta. Ammettendo però che tale intervento sia avvenuto regolarmente, è più probabile che la perdita visiva dipenda dalla progressione del glaucoma o da quella della maculopatia. Nel caso di un danno evoluto da glaucoma è molto importante controllare bene l’occhio migliore, agendo per impedire ogni ulteriore progressione, Se la responsabilità è della maculopatia esistono per essa cure diverse ed abitualmente efficaci. In conclusione, è necessario individuare con certezza la causa principale del suo stati visivo ed agire di conseguenza.

*Edoardo Midena, Direttore della Clinica Oculistica e della Scuola di Specializzazione in Oftalmologia dell’Università degli Studi di Padova

Fonte

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *