Rischio gelate tardive con minime sotto lo zero

alternate text

Aria polare in arrivo sulla Pasqua e temperature in picchiata. La Settimana Santa si appresta a essere più fredda di quella di Natale con il freddo che dalla Norvegia sta entrando nel nostro Paese attraverso la Porta della Bora con venti tesi da Nord-Est. Nei prossimi giorni le massime scenderanno ovunque anche di 5-10 gradi, mentre le minime potrebbero scivolare pericolosamente sottozero in Val Padana con il rischio di gelate tardive.

Lorenzo Tedici, meteorologo del sito www.iLMeteo.it, conferma l’anomalia termica pasquale ricordando che a Natale 2022 erano state registrate temperature tra i 21° di Cagliari e i 15°C della Pianura Padana. La Settimana Santa sarà invece ricordata come la Settimana Fredda.

Nel dettaglio, nelle prossime ore le temperature crolleranno anche di 7-8 gradi nei valori minimi, le massime scenderanno di altrettanto al Centro-Nord mentre avremo un aumento al Sud con il tempo in miglioramento. Il ciclone che ha portato forte maltempo negli ultimi 2 giorni si sta infatti allontanando verso la Grecia: oggi sono attesi residui acquazzoni al Sud e tra medio Adriatico e Basso Lazio, ma in un contesto soleggiato. Il vento invece sarà ancora teso dai quadranti settentrionali e farà calare le temperature.

Domani si riaccenderà l’instabilità al Centro-Sud nelle ore pomeridiane: in pratica avremo dei temporali sparsi nelle ore centrali della giornata, con minime all’alba invece decisamente fredde sotto un cielo stellato.

Dando uno sguardo fino alla Santa Pasqua le temperature rimarranno molto basse di notte da Nord a Sud, mentre durante il giorno saranno solo leggermente sotto le medie del periodo; tra venerdì e sabato è previsto un nuovo impulso instabile dal Nord Europa con possibili acquazzoni a macchia di leopardo sul nostro Stivale, mentre per la Santa Pasqua potrebbe esserci un miglioramento, anche se ovviamente da confermare.

Al momento la Pasqua sembra con temperature sotto media ed in prevalenza soleggiata; sarà incerta solo al Sud con rovesci sparsi; non è comunque escluso che il meteo ci smentisca e viri verso un quadro anche migliore. La Pasquetta sembra al momento sotto la rimonta dell’alta pressione, ma del meteo-Pic-Nic del Lunedì dell’Angelo ci fidiamo molto poco: tutte le volte che arriviamo alla brace perfetta inizia l’acquazzone! Lo scopriremo meglio nei prossimi aggiornamenti.

NEL DETTAGLIO

Martedì 4. Al nord: freddo al mattino, bel tempo prevalente. Al centro: venti freddi di Bora e Grecale, rovesci su Sardegna, Abruzzo e Molise, peggiora in serata sul Lazio. Al sud: temporali sulla Sicilia centro-orientale, rari altrove.

Mercoledì 5. Al nord: poco nuvoloso, freddo per il periodo. Al centro: instabile sul Lazio con neve a 4-500 metri. Al sud: instabile su tutte le regioni con acquazzoni e neve in collina.

Giovedì 6. Al nord: soleggiato, ma con possibili gelate in pianura. Al centro: soleggiato ma freddo per il periodo. Al sud: temporaneo miglioramento.

TENDENZA: weekend pasquale con temporali pomeridiani, specie al Sud, Pasquetta in miglioramento, da confermare.

Fonte

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *