Lorella Cuccarini ha concluso il suo secondo anno come prof di Amici e per mettere un punto alla ventunesima edizione del talent ha scritto una lettera pubblica a Maria De Filippi (no, non come quella che scrisse ad Alberto Matano). La Cuccarini ha ringraziato la collega per la grande opportunità che le ha dato nel 2020.

“Eccoci qui. Maria De Filippi ed io. Questa non è solo la foto di un momento in studio, ma molto di più. È la storia di una amicizia arrivata per caso, in un momento per me difficile e delicato. Non basterebbero mille lettere per dirle grazie. Non solo per tutti gli aspetti professionali di cui potrei parlare per ore, ma soprattutto per il privilegio di viverla e di saperla vicina. Di persone come lei nel nostro ambiente ce ne sono pochissime. Maria merita tutto quello che ha e se possibile ancora di più. Amici per me non è solo un programma tv, ma è diventato una famiglia. Fiera di farne parte”.

Anche se non ci sono conferme sul cast dei prof della prossima edizione, direi che il posto di Lorella è salvo, visto che sia da insegnante di ballo che di canto se l’è cavata alla grande.

Maria De Filippi, come ha chiesto a Lorella di fare Amici e di cambiare ruolo nel 2021.

“Ci siamo scritte, ci siamo viste, abbiamo parlato di tante cose, non subito di lavoro. Non ci eravamo mai conosciute per davvero, ci eravamo solo incontrate in alcuni eventi. Mi sono raccontata, le ho parlato un po’ di me. Non mi aspettavo che mi avrebbe cercato. A distanza di due mesi mi ha chiesto se mi sarebbe piaciuto fare Amici. Io le ho risposto: ‘Perché no?!”. Era un’esperienza nuova e mi piaceva l’idea di restituire ai giovani parte di tutto quello che avevo ricevuto io dalla vita

Il cambio di ruolo? Parto dall’inizio perché fare questo cambiamento mi ha colto di sorpresa. Però Maria mi ha convinto e non ci ha messo neanche molto. Mi ha detto: “È la prima volta che io posso offrire indistintamente a una persona una cattedra o di canto o di ballo, mai avuta un’occasione così, se non lo faccio con te con chi lo faccio?”. E devo ammettere che come sempre Maria ha avuto ragione. Questo passaggio mi ha entusiasmato, l’approccio con i ragazzi, la costruzione di un percorso sono molto stimolanti”.



Fonte

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.