LECCE – Il campionato del Lecce pre-covid era finito nel peggiore dei modi, con i 7 gol incassati in casa contro la lanciatissima Atalanta, ma la ripresa è stata ancora peggio, con quattro sconfitte in altrettante gare e domani al Via del Mare arriva la Lazio alla ricerca del riscatto dopo il ko interno col Milan. Fabio Liverani, apparso visibilmente preoccupato in queste settimane, prova a tirare su il morale dei suoi: “Al Lecce manca solo quel risultato che ti dà il giusto entusiasmo per ripartire e noi lo dobbiamo cercare a tutti i costi, per riconquistare autostima ed entusiasmo”.

“Scontri diretti varranno doppio”

“Contro il Sassuolo la squadra ha fatto una buona partita. Ci manca quella scintilla del risultato e speriamo di averlo presto” ribadisce il tecnico dei salentini che sulla lotta per la salvezza aggiunge: “Tranne la Sampdoria che si è un po’ allontanata, per il resto non è cambiato moltissimo: c’è bagarre e ogni vittoria dà ossigeno a chi la ottiene e noi dobbiamo arrivarci al più presto, perché ha un valore oltre che per i punti a livello mentale”. Liverani è d’accordo che gli scontri diretti con le altre pericolanti nelle ultime giornate saranno importantissimi. “Hanno valore doppio, ma noi i punti dobbiamo provare a farli contro chiunque. Con queste partite ravvicinate tutti sono scontri sulla carta improponibili, ma magari giocando ogni tre giorni possono esserci delle sorprese”.

“Lapadula in forse, Rossettini ancora out”

Sulla possibilità di recuperare a breve Lapadula e Rossettini, l’allenatore dei leccesi, spiega: “Per Lapadula vedremo; mentre per Rossettini è difficile dare una data di rientro, visto che per questo virus, dall’ospedale non abbiamo ancora delle certezze”. Domani sera si troverà difronte Simone Inzaghi e la Lazio in cui ha militato da giocatore: “Vivrò la partita come faccio sempre quando affronto le mie ex squadre: nulla toglie il passato, come nulla toglie il presente. Venendo entrambe da una sconfitta, abbiamo bisogno di punti per muovere la classifica, anche se incontriamo la seconda della classe. Ma anche all’andata abbiamo fatto un’ottima partita, creandogli dei problemi. La Lazio è una squadra molto forte, ma noi dentro il campo dobbiamo fare il massimo per portare a casa il risultato. Abbiamo quelle qualità per creare delle difficoltà anche a una corazzata come la Lazio. Ma ci servirà la cattiveria – conclude -, la corsa, per fare una partita importante, perché come dico sempre io, per portare a casa i punti bisogna fare tantissimo per portare via tanto”.



Fonte