”Farina di insetti? Per proteine ci sono i legumi”

alternate text

Proseguono le polemiche dopo lo stop del governo alla produzione e commercializzazione di alimenti e mangimi sintetici. La chef stellata
Cristina Bowerman, parlando con l’Adnkronos, si dice d’accordo con la linea governativa ”ma – tiene a precisare – per differenti motivazioni. Il divieto della carne sintetica in questo momento dovrebbe essere temporaneo perché bisogna studiare quali potrebbero essere gli effetti collaterali sulle persone, stessa cosa per le farine degli insetti. Vista la normativa molto rigida nei nostri confronti relativa agli allergeni – ricorda la chef – mi sembra doveroso informare i consumatori sugli eventuali rischi che potrebbero correre mangiando questo tipo di alimenti. La scienza deve andare avanti, il consumatore ha il diritto di essere informato”, ribadisce. Per la Bowerman va rafforzata la dieta mediterranea: ”In Italia abbiano già delle alternative proteiche rigenerative del suolo – sottolinea – a che serve introdurre la carne sintetica?”. Sulla farina degli insetti la chef propone di introdurla negli allevamenti degli animali: ”Questo potrebbe risolvere – dice – buona parte dell’inquinamento ambientale. Viviamo in una società che spreca cibo e mangia troppo – continua la Bowerman – abbiamo i legumi che contengono un apporto proteico fantastico e che fanno parte della nostra dieta mediterranea, che bisogno c’è di mangiare la farina degli insetti? Per me il divieto lascia il tempo che trova – prosegue – bisogna rafforzare invece la nostra tradizione per renderla più forte e quindi difendibile da attacchi esterni. Abbiamo tutto ciò che ci serve e di questo dobbiamo essere orgogliosi”, conclude.

(di Alisa Toaff)

Fonte

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *