TORINO – La Juventus saluta la Champions League agli ottavi di finale. Non basta infatti il 2-1 dei bianconeri sul Lione che, forte dell’1-0 del match di andata, va alla Final Eight di Lisbona. Comincia male la partita allo Stadium quando l’arbitro Zwayer assegna un rigore dubbio ai francesi e Depay non sbaglia. La Juventus agguanta il pari sempre dagli undici metri grazie a Ronaldo. Nel secondo tempo assedio dei piemontesi e doppietta del fuoriclasse portoghese che purtroppo non basta per andare avanti.


Depay dal dischetto porta avanti i francesi

Sarri tiene precauzionalmente Dybala in panchina e davanti schiera Bernardeschi, Higuain e Ronaldo. Pjanic con Bentancur e Rabiot in mezzo al campo. Garcia invece in attacco, accanto a Depay, schiera a sorpresa Toko Ekambi e non Dembele. La partita si accende dopo circa 10 minuti quando Aouar impegna col destro Szczesny che si rifugia in angolo. Al minuto 12 il Lione passa e lo fa su un calcio di rigore che considerare “generoso” è poco: Aouar si infila in area, Bernardeschi prova a contrastarlo ma non ci riesce e poi un’entrata di Bentancur chiude il francese in modo regolare. Ma per l’arbitro c’è il fallo e dagli undici metri Depay con un tocco sotto beffa Szczesny.


Altro rigore, CR7 spiazza Lopes

Dopo un diagonale di Ronaldo annullato da un offside, al minuto 19 Bernardeschi si inventa una strepitosa azione solitaria a destra, va sul fondo, supera un avversario, il portiere Lopes esce in pratica a vuoto e, quando la porta è ormai sguarnita, Marcelo si immola e salva in angolo. Un minuto dopo un colpo di testa di Ronaldo termina alto. La Juventus costruisce poco ma ha le occasioni migliori, come quando Higuain di testa raccoglie un cross di Cuadrado ma Lopes c’è. Al minuto 41 punizione di Pjanic e Depay in barriera, seppur col braccio attaccato al corpo, respinge. Per il direttore di gara è rigore anche questo e Ronaldo spiazza Lopes portando il risultato sull’1-1.

Ronaldo segna ma non basta

Nella ripresa la Juventus deve assediare l’area ospite alla ricerca del 3-1 che la porterebbe alla Final Eight, anche se la prima chance è francese con un gran destro di Guimaraes da fuori con palla di poco alta. Al minuto 60 i bianconeri riaprono la qualificazione e lo fanno grazie a un’invenzione dell’unico fuoriclasse in campo: Ronaldo controlla, si accentra e con un sinistro da fuori fa secco Lopes per il 2-1. Adesso la Juventus ci crede e Bonucci e Higuain di testa si rendono pericolosi. Quindi Sarri rischia Dybala, reduce da un infortunio, e la Joya al 76′ batte un bel corner ma Ronaldo di testa spedisce la sfera alta di nulla. Purtroppo la partita di Dybala dura solo 14′ perché si infortuna di nuovo. E da qui in avanti non arrivano più palle-gol per i campioni d’Italia che dicono addio alla Champions 2019/20.

Juventus-Lione 2-1 (1-1)

Juventus (4-3-3): Szczesny, Cuadrado (25′ st Danilo), De Ligt, Bonucci, Alex Sandro, Bentancur, Pjanic (15′ st Ramsey), Rabiot, Bernardeschi (25′ st Dybala, 39′ st Olivieri)), Higuain, Ronaldo (77 Buffon, 31 Pinsoglio, 3 Chiellini, 24 Rugani, 14 Matuidi, 28 Demiral, 38 Muratore). All. Sarri
Lione (3-5-2): Lopes, Denayer (16′ st Andersen), Marcelo, Marçal, Dubois (45′ st Tete), Caqueret, Guimarães, Aouar (46′ st Mendes), Cornet, Ekambi (22′ st Reine-Adélaide), Depay (22′ st Dembélé) (30 Tatarusanu, 2 Diomande, 4 Rafael, 10 Traorè, 22 Jean Lucas, 31 Bard, 36 Cherki). All. Garcia
Arbitro: Zwayer (Germania)

Reti: 12′ pt rig. Depay, 43′ pt rig. Ronaldo, 15′ st Ronaldo
Angoli: 6-3 per la Juventus
Recupero: 4′ e 6′
Ammoniti: Cuadrado, Dubois, Depay, Bentancur, Caqueret e Marçal per gioco falloso; Aouar e Lopes per perdita di tempo; Cornet e Sarri per proteste.



Fonte