Istituire con urgenza un tavolo di confronto con i consulenti del lavoro sulle modalità d’attuazione delle procedure d’allerta, previste dal nuovo codice della crisi d’impresa e dell’insolvenza, che impatteranno con la gestione ordinaria delle posizioni contributive e la disciplina del Durc. Efficientare il coordinamento tra Ministero del Lavoro e Inps per ridurre e razionalizzare le tempistiche di pubblicazione delle circolari attuative di quei provvedimenti che potrebbero consentire alle imprese di programmare un piano di sviluppo (ad esempio, ad oggi mancano ancora istruzioni operative per l’applicazione degli sgravi contributivi, introdotti dalla Legge di Bilancio 2018). Queste alcune delle proposte dei consulenti del lavoro per favorire l’interlocuzione con l’Inps e semplificare le procedure di gestione delle pratiche da parte degli intermediari abilitati come appunto i professionisti.

Fonte

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *