La parte centrale della prossima settimana si preannuncia ancora segnata dal maltempo di stampo invernale sull’Italia, mentre giungono conferme circa il possibile arrivo per l’Immacolata della prima neve della stagione sulle pianure del Nord, in coincidenza del passaggio di una intensa perturbazione atlantica. “Determinante – spiega Rino Cutuli, meteorologo di Meteo Expert e autore di IconaClima – sarà l’afflusso di aria fredda e secca atteso nei giorni immediatamente precedenti, più efficace proprio sulle regioni settentrionali, dove grazie anche al temporaneo miglioramento atteso tra lunedì e martedì vi saranno le condizioni per la formazione di un buon cuscinetto di aria fredda in prossimità del suolo, con gelate anche intense al Nord-Ovest, di notte e al primo mattino”.

Martedì 7 dicembre breve tregua, ma con vento ancora intenso al Centro-Sud. Peggiora nella notte, con le prime deboli nevicate. “La giornata di martedì 7 dicembre – sottolinea l’esperto – vedrà una prevalenza di sole sulla maggior parte delle regioni. Ancora un po’ di variabilità lungo le coste tra Abruzzo e Puglia, su Calabria meridionale e nord della Sicilia, dove saranno possibili residue precipitazioni. Nella notte avremo nuvolosità in aumento al Nord-Ovest e in Sardegna con le prime deboli nevicate su Valle d’Aosta, Alpi occidentali ed entroterra ligure, con il rischio di vedere fiocchi fino alle porte di Genova. I venti soffieranno intensi di Maestrale su gran parte del Centro-Sud, con raffiche di burrasca sull’Adriatico e intorno alla Sicilia. Le temperature caleranno ulteriormente su medio Adriatico e al Sud”.

Tra mercoledì 8 e giovedì 9, invece, è atteso il passaggio della perturbazione con piogge diffuse su tutto il Centro-Sud, Emilia orientale, Romagna, basso Veneto e Venezia Giulia, anche intense sulle regioni tirreniche con possibili rovesci o isolati temporali. “Sull’Appennino centrale – conclude – nevicherà mediamente intorno ai 1000-1300 metri, a quote inferiori su quello settentrionale. Nel resto del Nord le precipitazioni assumeranno carattere nevoso fino a quote di pianura fin dal mattino su Piemonte e Lombardia occidentale, in successiva estensione a Emilia occidentale, Lombardia orientale e settori più settentrionali delle pianure di Veneto e Friuli. Al Nord-Ovest la neve potrebbe cadere ad intermittenza anche nella prima parte di giovedì 9”.

Fonte

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.