La canzone arriva prima nella classifica della prima serata della 74esima edizione del Festival: di cosa parla il brano di Loredana Bertè.

Per la dodicesima volta nella storia del Festival italiano, nel 2024 Loredana Bertè è tornata a Sanremo con un nuovo ed energico brano, intitolato “Pazza”. La canzone, scritta insieme a L. Chiaravalli, A. Bonomo e A. Pugliese, è un inno alla libertà di essere se stessi, un messaggio potente sull’accettazione dei propri difetti..

Loredana Bertè
Loredana Bertè

Loredana Bertè, il significato del brano

Nella prima serata del Festival di Sanremo 2024 – aggiudicandosi il primo posto in classifica – Loredana Bertè si è esibita per la prima volta con il brano “Pazza”. Si tratta di una canzone autobiografica che riflette il carattere e la personalità della cantante, iniziando con una forte autocritica: “Sono sempre la ragazza / Che per poco già s’incazza / Amarmi non è facile”.

Con queste parole, la Bertè rivela di essere consapevole dei suoi difetti e della difficoltà di starle accanto. Tuttavia, la canzone si trasforma in un inno all’amore per sé stessi, invitando ad amarsi per come si è, a prendersi “a scatola chiusa, tutto il pacchetto, con difetti e pregi”. Pazza rappresent quindi un messaggio forte di auto-accettazione, in un’epoca in cui l’autostima e l’accettazione di sé sono temi centrali.

Il testo della canzone “Pazza”

Sono sempre la ragazza
Che per poco già s’incazza
Amarmi non è facile
Purtroppo io mi conosco
Ok ti capisco
Se anche tu te ne andrai via da me
Col cuore ti ho spremuto come un dentifricio
E nella testa fuochi d’artificio
Adesso vado dritta ad ogni bivio
Va bene sono pazza che c’è, che c’è Io sono pazza di me, di me…

Continua per il testo integrale

Fonte

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *