Green pass covid in Italia, conto alla rovescia per le nuove regole che entreranno in vigore dal prossimo lunedì 6 dicembre e fino al 15 gennaio, con misure più rigide da decreto per i no vax anche per bus e metro. Tra le sostanziali differenze, sarà infatti obbligatorio il certificato verde ‘base’ – che si ottiene con il vaccino anti Covid, la guarigione dalla malattia, ma anche con un semplice tampone negativo – per entrare in metropolitana, salire sugli autobus e prendere treni regionali.

Le uniche esenzioni riguarderanno i soggetti di età inferiore ai 12 anni e i soggetti esenti dalla campagna vaccinale. Per viaggiare localmente non serve dunque il Super green pass, né durante le festività (ossia dal 6 dicembre al 15 gennaio, periodo durante il quale serve il Green Pass rafforzato anche in zona bianca per servizi come il cinema e il ristorante) né successivamente. 

Green pass sempre e ancora obbligatorio anche per quanto riguarda i mezzi di media e lunga percorrenza (aerei, navi, treni Intercity e Alta Velocità, corriere funivie, cabinovie, impianti sciistici). Sull’intera rete ferroviaria e per i mezzi pubblici resta quindi sufficiente la Certificazione Verde semplice. Fa eccezione il caso degli impianti di risalita sulle piste da sci: in zona bianca e gialla richiedono il Green Pass semplice, in zona arancione il Super Green Pass.

Fonte

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *