DETROIT (Stati Uniti) – Bryson DeChambeau vince in rimonta il Rocket Mortgage Classic di golf e vola dal decimo al settimo posto del world ranking. Sul percorso del Detroit Golf Club (par 72), nel Michigan, nel quarto evento del PGA Tour dopo la ripresa seguita allo stop per l’emergenza sanitaria, successo show per lo statunitense che, con un parziale finale di 65 colpi (-7), miglior punteggio di giornata, per uno score totale di 265 (66 67 67 65, -23) ha spento i sogni di gloria dell’emergente Matthew Wolff, secondo con 268 (-20) e in testa dopo il “moving day” con 3 colpi di vantaggio sul connazionale.

Sesto titolo nel PGA Tour per DeChambeau

“Sono felicissimo, ma adesso non voglio fermarmi. Mi godo questo successo e penso già al prossimo step della mia carriera”, il commento del giocatore nativo di Modesto (California), 27 anni a settembre. Dopo sei Top 8 consecutive (tre dalla ripartenza dei tornei) e un’evoluzione fisica (durante il lockdown ha aumentato di 9 kg la massa muscolare) che gli ha permesso di allungare la potenza dei suoi driver, DeChambeau ha centrato il bersaglio grosso: sesto titolo in carriera sul PGA Tour per lui, tornato al successo a distanza di 20 mesi dalla sua ultima impresa (Shriners Hospitals for Children Open). Il vincitore, alla 104ª gara sul tour, ha realizzato otto birdie, di cui tre a chiudere, e un bogey e ha soprattutto approfittato della falsa partenza di Wolff, che ha ceduto il comando con cinque bogey, contro due birdie, sulle prime dieci buche, poi è stato vano il tentativo di recupero con quattro birdie (71, -1). L’exploit nel Michigan ha fruttato a DeChambeau anche un assegno di 1.350.000 dollari su un montepremi complessivo di 7.500.000, in un evento andato in scena a porte chiuse.

Piazza d’onore per Wolff, davanti a Kisner 

Niente da fare per Wolff, che ritrova la Top 10 dodici mesi dopo l’ultima volta ma spreca l’appuntamento con la seconda vittoria sul massimo circuito americano del green maschile dopo quella del luglio 2019 nel 3M Open. Podio tutto a stelle e strisce, con Kevin Kisner in terza piazza (270, -16) stanziandosi davanti agli inglesi Danny Willett e Tyrrell Hatton, il canadese Adam Hadwin e Ryan Armor, autore di una “hole in one” nel secondo giro (buca 5, par 3, yards 153, ferro 8), tutti quarti con 272 (-16). Ancora un buon piazzamento per Webb Simpson, ottavo (273, -15) dopo una quarantena volontaria per la positività al coronavirus di un famigliare, e dodicesimo posto (274, -14) per Cameron Champ (tornato a gareggiare dopo aver contratto il Covid-19). Stesso score, tra gli altri, per Rickie Fowler, capace di recuperare dal 40° posto, e medesimo punteggio per il norvegese Viktor Hovland.

 Ora due appuntamenti in Ohio, il secondo col pubblico

In retrovia invece Steve Stricker, 67° con 284 (-4), capitano statunitense alla prossima Ryder Cup impegnato soprattutto a trarre spunti per il suo ruolo.  E ora il PGA Tour dal Michigan si sposta nell’Ohio. A Dublin andrà in scena un doppio appuntamento: prima il Workday Charity Open (9-12 luglio a porte chiuse), poi il Memorial Tournament (16-19 luglio), primo evento post pandemia che si disputerà con una percentuale di pubblico (il 20%, sono attesi 8.000 spettatori) sugli spalti del Muirfield Village Golf Club.

Ranking mondiale: McIlroy sempre leader, 4° Simpson

La Top 10 del ranking mondiale di golf continua a subire variazioni. Se le prime tre posizioni rimangono invariate, con Rory McIlroy che si conferma re del green con 8,8930 davanti a Jon Rahm (secondo con 8,0744) e Dustin Johnson (terzo con 7,6338), la classifica torna a muoversi per quel che riguarda le altre posizioni di prestigio. Webb Simpson, grazie all’ottava piazza nel Rocket Classic, è passato dalla sesta alla quarta posizione (7,2304) relegando rispettivamente al quinto e sesto posto Justin Thomas (7,1690) e Brooks Koepka (7,0476). Come detto, il successo a Detroit ha permesso a Bryson DeChambeau di balzare dal decimo al settimo posto (6,3375) e superare così Patrick Cantlay (settimo con 5,8770), Patrick Reed (nono con 5,8720) e Adam Scott (decimo con 5,7798).



Fonte