Ha parlato per otto ore davanti ai pm di Lecce, l’ex giudice di Molfetta Giuseppe De Benedictis, in carcere da 47 giorni per corruzione in atti giudiziari. “Con lucidità” ha fatto nomi e raccontato fatti, riassunti in cue memoriali e dai quali potrebbero scaturire nuove notizie di reato. La fermezza della gip Giulia Proto nel respingere l’istanza di scarcerazione, e il successivo rigetto di una richiesta simile da parte del Riesame per il coindagato Giancarlo Chiariello, gli hanno fatto capire che senza un aiuto concreto all’attività inquirente difficilmente lascerà il carcere in tempi brevi.

Fonte

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *