Una gita in barca a vela si è fatta davvero movimentata dopo uno degli avvistamenti più incredibili che si potrebbero fare in mare aperto.

Gettato in mare il suo futuro era triste ma chiaro, sarebbe morto annegato, poi il miracolo

In molti pensano che nel blu infinito dell’oceano delfini , squali o simili possano essere le creature più strane da avvistare, per via della noncuranza dell’uomo, invece, alcune volte possono proiettarsi davanti a noi scenari ben più incredibili. Una storia che sarebbe potuta finire in tragedia in poco tempo ma questa volta il destino ha allungato la sua mano e salvato la creatura indifesa, parliamo di un cucciolo di cane che non è chiaro come, ma si è trovato a nuotare a largo, a centinaia di metri dalla riva prima di essere salvato quando ormai stava per cedere.

Gettato da una barca in mare aperto, il cucciolo viene recuperato da un gruppo di diportisti poco prima della fine

Gettato in mare il suo futuro era triste ma chiaro, sarebbe morto annegato, poi il miracolo

Capita in alcuni casi che la furia dei fiumi porti in mare alcuni animali malcapitati per lo più durante le esondazioni, questa volta però non ci erano state piene e l’incontro con un cane che nuota in mare aperto non può di sicuro essere attribuito al caso. Impossibile, infatti, che l’animale sia arrivato fino a quel punto nuotando dalla riva, anche per via del loro istinto i cani non arriverebbero mai a compiere un gesto simile, l’unica ipotesi resta quella dell’abbandono criminoso o della caduta accidentale dell’animale da una barca.

Ad ogni modo nessuno ha reclamato il cane e non vi erano altre imbarcazioni all’orizzonte quando una ragazza in gita in barca a vela ha notato qualcosa di strano ergersi tra le onde, un animale che annaspava faticosamente e che si è poi rivelato essere un cane. Le manovre di avvicinamento all’animale non sono però state facile ma per fortuna con le ultime forze il cagnolino è riuscito a dirigersi verso i soccorritori che sono riusciti ad issarlo a bordo.

L’acqua fredda e gli sforzi fatti dal cucciolo per rimanere a galla non gli avrebbero permesso di resistere ancora molto, poche decine di minuti forse e sarebbe stata la fine, per fortuna però la sorte aveva in mente una estinto diverso nonostante la cattiveria subita. Un abbandono in mare significa infatti condannere a morte certa un cane, ed anche se difficile “digerire” una simile idea, la realtà dei fatti è che forse proprio questo è stato l’intento degli ex padroni dell’animale.

Nonostante la stanchezza ed il freddo però, oltre che lo stato di shock mostrato dal piccolo, tutto è andato per il meglio ed una volta salito a bordo e riscaldato il cane ha iniziato a tranquillizzarsi e riprendere le forze, mostrando di avere una buona forma generale.

@massimilianoalfanomas #salvataggioanimali #lovedogsforever #loveanimals❤️🐾 ♬ suono originale – Don Massimiliano

Adesso la famiglia che lo ha trovato probabilmente resterà la sua famiglia per tutta la vita e per le future gite in barca il piccolo non dovrà più temere, resta però un grosso interrogativo su come l’animale si sia trovato in quella situazione, Ancor più grande però quello su come sia stato possibile che nessuno lo abbia cercato, così come avrebbe fatto qualsiasi persona che avesse malauguratamente perso il suo fedele amico a 4 zampe.



Fonte

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *