ROMA – Una stagione soffertissima, ma per il Werder Brema arriva il lieto fine. La squadra con più presenze in Bundesliga resta nel massimo campionato tedesco dopo un doppio pareggio contro il piccolo Heidenheim, che si era guadagnato lo spareggio arrivando al terzo posto in Zweite Liga. Dopo lo scialbo 0-0 in casa, agli uomini di Kohfeldt è bastato il 2-2 in trasferta. Partita in salita per l’Heidenheim, che dopo 3′ va sotto per una incredibile autorete di Theuerkauf, che dal limite della propria area centra l’angolo alto alla destra del proprio portiere con un tocco sciagurato.


Padroni di casa sotto choc, che solo ad inizio ripresa danno segnali di risveglio con un colpo di testa di Otto finito fuori di poco. Poi il Werder sale in cattedra, sbaglia più volte il raddoppio ma viene punito al minuto 85, quando Kleindienst trova il pareggio riprendendo un tiro violentissimo di Mohr respinto dalla traversa. Finale convulso: il Werder la richiude in pieno recupero con Augustinsson, che dopo un contropiede classico sigla la rete dell’1-2. Poi ancora Kleindienst realizza su rigore il definitivo 2-2, ma è l’ultimo respiro: l’Heidenheim manca la prima storica promozione in Bundesliga, il Werder evita la Zweite Liga dopo l’unica retrocessione di 40 anni fa..
 



Fonte