Anche quest’anno Gabriele Corsi e Cristiano Malgioglio sono stati chiamati a commentare in italiano l’Eurovision Song Contest. Se una parte dei social ha adorato le battute di Malgy e l’ironia di Gabriele, c’è anche chi ha mosso delle critiche. Basta fare un giro su Instagram e Twitter per vedere che molti avrebbero preferito seguire l’evento senza ascoltare i commenti in italiano dei conduttori. In realtà ci si può godere l’Eurovision in lingua originale in diversi modi, anche guardando la diretta su Youtube o selezionando l’opzione ‘senza commenti’ su Rai Play.

Gabriele Corsi e Cristiano Malgioglio rispondono alle critiche.

Oggi Cristiano Malgioglio e Gabriele Corsi sono stati ospiti di Massimo Bernardini a Tv Talk, per discutere proprio dell’Eurovision Song Contest 2022. I due hanno parlato della bella esperienza che stanno vivendo a Torino e di future collaborazioni.

Malgy è stato telegrafico ed ha liquidato con una frase tutte le critiche: “Tesoro ma le cose in italiano servono, guardate che mica tutti sanno l’inglese!

Gabriel Corsi ha giustamente fatto notare che il modo di seguire lo show in inglese c’è e che quindi le critiche di questo tipo non hanno molto senso: “Capisco le critiche e sono legittime, ma ognuno può guardare l’Eurovision come meglio crede. Ci sono diversi modi per vedere lo spettacolo. […] Se torneremo a lavorare insieme a parte l’Eurovision? Ci piacerebbe tanto, vedremo le proposte“.

Personalmente apprezzo molto i commenti di Gabriele, Carolina (conduttrice davvero sottovalutata) e Cristiano, credo siano un valore aggiunto. Le perle di Malgioglio poi sono una botta di vita, un accento trash su uno show patinato come l’Eurovision. Quindi viva i fidanzati turchi, spagnoli, moldavi, francesi, tedeschi, ucraini e azeri di Cristiano e i suoi aneddoti surreali. Ma poi come si può non amare le freddure di Malgioglio sui concorrenti delle altre nazioni?



Fonte

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.