142003.t.W320.H200.M4

– La Federal Deposit Insurance Corporation e il Federal Reserve Board hanno annunciato che, a seguito della revisione congiunta del piano di risoluzione presentato per luglio 2023 dalle otto banche più grandi e complesse, hanno individuato un punto debole nei piani di Bank of America, Citigroup, Goldman Sachs, e JPMorgan. Le agenzie non hanno riscontrato punti deboli nei piani delle altre banche BNY Mellon, Morgan Stanley, State Street e Wells Fargo.

I piani di risoluzione, noti anche come “living wills“, devono descrivere la strategia di una banca per la risoluzione ordinata del fallimento in caso di grave difficoltà finanziaria o fallimento. Le agenzie hanno stabilito congiuntamente che ogni debolezza identificata nei piani 2023 di Bank of America, Goldman Sachs e JPMorgan Chase è uno “shortcoming”. Uno shortcoming è una debolezza che solleva dubbi sulla fattibilità del piano.

Le agenzie hanno identificato congiuntamente un punto debole nel piano 2023 presentato da Citigroup, ma sono giunti a conclusioni diverse sulla sua gravità. La FDIC ha stabilito che il piano Citigroup non è credibile o non faciliterebbe una risoluzione ordinata ai sensi del Codice fallimentare degli Stati Uniti e considera la debolezza una “deficiency”. Una deficiency è una debolezza che potrebbe minare la fattibilità del piano. Il Consiglio ha concluso che la debolezza è solo uno shortcoming. Secondo la regola di pianificazione della risoluzione delle agenzie, quando un’agenzia riscontra uno shortcoming in un piano di risoluzione e l’altra agenzia rileva una deficiency, si ritiene che il piano presenti uno shortcoming. Di conseguenza, si ritiene che il piano di Citigroup per il 2023 presenti shortcoming. Le agenzie hanno inoltre precedentemente identificato uno shortcoming nel piano 2021 di Citigroup relativa alla qualità e alla gestione dei dati, e tale carenza rimane irrisolta.

Le agenzie hanno inviato lettere di feedback a ciascuna delle otto banche in cui identificano le aree di continuo sviluppo delle strategie e delle capacità di risoluzione delle banche. Per le quattro banche con una carenza individuata, le lettere descrivono le debolezze specifiche che hanno portato alla carenza e le azioni correttive richieste dalle agenzie. Le carenze dovranno essere affrontate nei prossimi piani di risoluzione previsti entro il 1° luglio 2025.

Foto: @ Shutterstock

Fonte

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *