Niccolò Fabi, Max Gazzè e Daniele Silvestri si riuniscono al Circo Massimo per celebrare i dieci anni de Il padrone della festa.

Per festeggiare i dieci anni trascorsi dalla pubblicazione dell’album “Il padrone della festa“, Niccolò Fabi, Max Gazzè e Daniele Silvestri hanno annunciato un concerto esclusivo, previsto con unica data il 6 luglio 2024 al Circo Massimo di Roma.

Il concerto come una festa aperta a tutti

Il concerto live è l’occasione per ripercorrere insieme al pubblico l’album composto dai tre artisti nel 2014. Si tratta di un album “nato in maniera molto spontanea a casa di Daniele a Fregene facendo musica insieme. Non viene da un’operazione discografica, come qualcosa di forzato“, ha spiegato Max Gazzè durante la conferenza stampa in Campidoglio nella quale è stato dato l’annuncio dell’evento. L’album è nato come disco collettivo, il cui fulcro consisteva nel dimostrare che anche in seguito a singoli successi personali era possibile mettersi a disposizione dell’altro nel nome dell’arte e allontanandosi dalle pure logiche di mercato.

Daniele Silvestri
Daniele Silvestri

Niccolò Fabi continua: “È stato percepito dal pubblico come un disco onesto anche perché avevamo iniziato a suonare insieme 20 anni prima al Locale, ai nostri inizi, quando avevamo tutti grande desiderio anche di riconoscere la propria identità. Allora abbiamo imparato a improvvisare e mescolarci”. L’evento è nato con l’obiettivo di “far rivivere per una sera anche quella gioia, la voglia di giocare“.

Per la prima volta dall’uscita del loro primo ed unico album insieme, i tre artisti si troveranno quindi a condividere il palco del Circo Massimo, nella loro Roma. Nella scaletta sono previsti tutti i brani de “Il Padrone della festa”, i cui temi sono attualissimi. L’album, infatti ospita una profonda riflessione sulla crisi climatica ed ambientale, insieme alla fragilità del pianeta Terra.

Il sindaco di Roma, Roberto Gualtieri, si è mostrato felicissimo del fatto che i tre artisti abbiano scelto la città di Roma per festeggiare questo traguardo.

Fonte

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *