Elisabetta Franchi ieri ha pestato quello che in gergo tecnico si chiama m3rdone parlando di assunzioni femminili solo per le donne ‘anta’, ovvero coloro che avendo superato i 40 anni “se volevano avere dei figli li hanno già avuti“.

Una frase che ha scatenato ovviamente una polemica che la stessa Selvaggia Lucarelli ha ironicamente commentato così:

“Suggerisco timidamente a Elisabetta Franchi di assumere velocemente un ufficio stampa personale che segua lei pure quando va in bagno, non il brand. Fosse pure una diciannovenne incinta di sei gemelli”

Elisabetta Franchi, la rettifica dopo la polemica

Ore dopo la polemica, la stilista ha pubblicato su Instagram una storia in cui spiega nuovamente il suo punto di vista.
Eccolo:

“L’80% della mia azienda è costituito da quote rosa di cui: il 75% giovani donne impiegate, il 5% dirigenti e manager donne. Il restante 20% sono uomini di cui il 5% manager. C’è stato un grande fraintendimento per quello che sta girando sul web, strumentalizzando le parole dette. La mia azienda oggi è una realtà quasi completamente al femminile. L’oggetto di discussione dell’evento a cui ho partecipato è la ricerca di Price dal titolo – Donne e Moda – da cui è emerso che nella società odierna le donne non ricoprono cariche importanti.

Perché? Purtroppo, al contrario di altri Paesi, è emerso che lo Stato italiano è ancora abbastanza assente. Mancando le strutture e gli aiuti, le donne si trovano a dover affrontare una scelta fra famiglia e carriera. Come ho sottolineato, avere una famiglia è un sacrosanto diritto. Chi riesce a conciliare famiglia e carriera è comunque sottoposta a enormi sacrifici, esattamente come quelli che ho dovuto fare io!”.

Elisabetta Franchi IG 1122x1935 1



Fonte

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *