La storia di una dolce cagnolina, abbandonata con le lacrime agli occhi, ha toccato i cuori dei suoi soccorritori: immagini commoventi.

I nostri cuori si sono spezzati per le sue lacrime, non le hanno dato neanche un nome

«I nostri cuori si sono spezzati di fronte alle lacrime di questa dolce cagnolina». Con queste parole i volontari di un rifugio statunitense raccontano la commozione che li ha pervasi quando si sono trovati di fronte agli occhi tristi e pieni di lacrime di una cucciola di cane. La piccola quattro zampe era stata lasciata legata a un palo davanti a un rifugio per animali. Un biglietto scritto a mano e attaccato al guinzaglio riportava il seguente messaggio tradotto in italiano: «Cane Corso – Pit mastiff. Nato il 15/12/23. Bravo cucciolo. Casa distrutta. Non ha un nome». La cagnolina di cinque mesi, alla quale non era stato dato neanche un nome, era stata abbandonata dai suoi proprietari.

La storia della cagnolina senza nome abbandonata, legata a un palo fuori dal rifugio

La storia della cucciola è stata raccontata dallo staff del rifugio per animali The Pennsylvania SPCA, un’organizzazione non profit situata a Filadelfia (negli Stati Uniti d’America, nello Stato della Pennsylvania). Sulla pagina Facebook (all’account social @Pennsylvania SPCA) sono stati condivisi foto e video che mostrano gli occhi disperati della piccola quattro zampe.

cagnolina Minerva

I primi di maggio, la cagnolina è stata trovata legata a un palo. Nata il 15 dicembre scorso, la cucciola ha solo cinque mesi ed è una meticcia dall’aspetto simile a quello degli American Pit Bull e dei cani di razza Mastiff. Dolcissima e spaventata, la piccola è stata salvata dallo staff del rifugio. Come riportato nel testo del biglietto attaccato al guinzaglio, alla quattro zampe non era stato dato neanche un nome. Definita come “una brava cucciola”, la sua colpa sarebbe stata quella di aver creato scompiglio in casa distruggendo i mobili.

Se vuoi saperne di più sull’aiuto che i volontari dei rifugi danno agli ospiti a quattro zampe, leggi un nostro approfondimento sul tema >>> Il semplice gesto che cambia radicalmente la loro esistenza: un volontario scopre la ricetta per la felicità

cagnolina con famiglia adottiva

La cagnolina, a causa di un’infiammazione agli occhi, aveva il musetto bagnato dalle lacrime come se stesse piangendo. Quando i volontari l’hanno slegata, era così spaventata da non riuscire a muoversi tanto che è stata presa in braccio per farla entrare nella struttura. Appena arrivata, la piccola senza nome è stata ribattezzata Minerva.

Se vuoi saperne di più su cani tristi che attendono nelle loro gabbie una famiglia adottiva, leggi un nostro approfondimento sul tema >>> La foto virale del cane triste in gabbia: aspettava una famiglia da una vita

I volontari di The Pennsylvania SPCA raccontano che il «giorno in cui Minerva è stata abbandonata fuori dal rifugio, abbiamo dovuto letteralmente asciugare le lacrime dai suoi occhi. Non abbiamo dubbi che lei fosse terrorizzata e noi avevamo il cuore spezzato. Se ne stava bassa bassa e con la coda piegata e non voleva neppure camminare: l’abbiamo dovuta sempre prendere il braccio per spostarla. Faceva una tenerezza infinita, ma per fortuna la sua vita ha preso una piega diversa. Stiamo salvando gli animali dalla crudeltà e dalla negligenza. Li stiamo salvando dopo che sono stati abbandonati. E speriamo con tutte le nostre forze che famiglie amorevoli vengano ad adottarli».

Proprio pochi giorni fa, una famiglia della zona ha deciso di regalare una casa alla cagnolina. Minerva si sta affezionando alla famiglia che la ha adottata, la quale ha ricordato a tutti sui propri profili social la gioia che può regalare la scelta di adottare un cane abbandonato. (di Elisabetta Guglielmi)

Fonte

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *