“Verificare l’efficacia di una dieta mediterranea chetogenica normocalorica, avvalendosi anche dell’utilizzo di preparati chetogenici (Rkp), su pazienti ricoverati in ospedale con diagnosi clinica di Covid-19, ma non sotto ventilazione invasiva”. E’ l’obiettivo di una ricerca, “prima nel suo genere”, annunciata dall’università degli Studi di Padova. L’idea è che la dieta chetogenica “potrebbe migliorare la risposta immunitaria, modulare al contempo la risposta infiammatoria e ridurre la virulenza tramite la riduzione della glicemia come suggerito da tre studi pubblicati recentemente”. Una sorta di “terapia” alimentare.

Fonte

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *