Come ogni settimana Giuseppe Candela è tornato su Dagospia con la sua rubrica di indovinelli. Stando a quello che il giornalista ha svelato sul noto portale, ci sarebbe state una clamorosa litigata tra due conduttrici molto note. Nessun nome, ma sembra che tra le due donne siano volate parole grosse dietro le quinte. Di chi potrebbe trattarsi?

4c838262d6af9b2dc2bf784e64646b9b

La clamorosa litigata tra due conduttrici famose: l’indovinello su Dagospia.

“Lite tra due conduttrici molto note. Sono volate parole grosse tra due conduttrici molto note. Le due signore sono state protagoniste di una clamorosa litigata di cui si chiacchiera molto. Cosa è successo e soprattutto chi sono?”

I guadagni di Pino Insegno.

Non solo la catfight tra le conduttrici, Candela ha anche parlato dei guadagni di Pino Insegno dopo il suo tanto chiacchierato ritorno in Rai (presto però il suo Mercante in Fiera chiuderà i battenti).

“Ecco quanto guadagna davvero Pino Insegno. Il quotidiano “Domani” qualche settimana fa ha fatto i conti in tasca a Pino Insegno svelando l’esistenza di un contratto biennale con compenso intorno al milione di euro. In realtà, stando alle nostre fonti, la cifra incassata dal conduttore meloniano sarebbe ancora più elevata: 1.200.000 euro per due anni”.

I commenti sui ascolti de Il Mercante in Fiera.

“Ma quale flop, gli ascolti sono buoni, in linea con la rete, un po’ più alti. La cosa bella è che finiamo il programma al 5 per cento di share quindi il programma è andato in crescendo e ha chiuso in grande crescendo. Quello che dobbiamo fare noi ora è cercare di raddoppiare gli ascolti di quella fascia. Dopo otto minuti di pubblicità i risultati che abbiamo ottenuto sono già un miracolo. Il pubblico deve scoprire che c’è un programma. Le somme si potranno tirare dopo almeno due settimane, siamo appena all’inizio: l’obiettivo è di andare meglio della fascia, che significa fare il 4, il 5 o il 6 per cento di share, che vorrebbe dire un successo senza precedenti. A tutti i programmi che nascono bisogna dare il tempo di crescere e di essere scoperti, soprattutto un quotidiano. Andrà sempre meglio”.



Fonte

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *