Cinema, successo per la seconda giornata del Premio Film Impresa

Dopo il debutto di ieri sera, culminato con Gloria Satta e Mario Sesti in conversazione con Gabriele Salvatores, che ha ricevuto il Premio Speciale Film Impresa dal presidente della Fondazione Cinema per Roma Gian Luca Farinelli, la seconda edizione del Premio Film Impresa ha vissuto oggi la sua seconda tappa presso la Casa del Cinema a Roma. L’iniziativa, ideata e realizzata da Unindustria con il supporto di Confindustria, mira a valorizzare, esaltare e comunicare i valori delle imprese e di chi ci lavora attraverso i diversi linguaggi del cinema che sempre più spesso le aziende realizzano per raccontare la loro storia, il loro prodotto, il lavoro delle persone, il rapporto con il territorio.

Ad inaugurare la giornata l’evento speciale ‘Streaming, web, serie: l’avventura continua. La nuova serialità sbarca nella comunicazione d’impresa’ al quale hanno partecipato gli autori e i rappresentanti delle imprese coinvolte nelle seguenti proiezioni: ‘The Yellow Sofà – Ep. 1 Come si mantengono accese le stelle’ (3’30). Produzione: Adnkronos/Traipler per Eni; ‘ATM Uncovered – La serie’ di Andrea Stagnitto (10’35). Produzione: Social Content Factory per Azienda Trasporti Milanesi; ‘Yolo’ di Michele Bertini Malgarini – Ep. 1 (11’25). Produzione: QMI per Mondelez Italia – Philadelphia; ‘M.A.D.E. Made in Italy. Made Perfectly’ di Francesco di Giorgio – Ep. 1 (2’23). Produzione: Frame by Frame per OTB.

Al termine dell’evento si è svolto il talk ‘Nuova serialità, comunicazione imprenditoriale e la generazione Zeta’, seguito da una conversazione di Andrea Minuz e Mario Sesti con gli studenti e gli imprenditori presenti in sala. A seguire è andato in scena il talk ‘Il talento non ha genere. Nel cinema, nello sport, in azienda. Equità di genere: un confronto su coraggio, libertà, visione e possibili rivoluzioni’, a cura di Gruppo FS, seguito da una conversazione a quattro voci moderata dal giornalista del TG1 Filippo Gaudenzi e alla quale hanno partecipato Anna Maria Morrone, responsabile organization & people development Gruppo FS, l’Ingegner Domenico Scida, direttore Business Intercity di Trenitalia, la Dottoressa Diana Bianchedi – chief strategy planning and legacy officer Milano Cortina 2026 e la Dottoressa Verdiana Bixio, owner & Ceo, produttore televisivo e cinematografico Publispei.

Si è poi svolto l’evento ‘Corti da Rai Teche – C’era ancora domani | Flash. La stampa femminile (Casa e lavoro)’ di Giulietta Vergonbello, 1973 e, subito dopo, sono andate in scena le proiezioni delle opere in concorso, a cui hanno partecipato anche gli autori e i rappresentanti delle imprese in gara. Le proiezioni hanno interessato la categoria ‘Area Narrativa – a cura di Umana. Scrittura, immaginario, messa in scena’ con la visione delle seguenti opere in nomination: ‘Maserati Grecale | The Every Night Exceptional’ di Tobia Passigato (5’02). Produzione: Indiana Production per Maserati; ‘Gli Amigos’ di Paolo Genovese (25’14). Produzione: Akita Film per Consorzio del Formaggio Parmigiano Reggiano; ‘Così fa il silenzio’ di Sami Schinaia (8’38). Produzione: Giffoni Innovation Hub per Enel X; ‘Wasted’ di Tobia Passigato (15’05). Produzione: Giffoni Innovation Hub per Stellantis; ‘L’essenziale è invisibile agli occhi’ di Gian Luca Elasti (4’29). Produzione: Social Content Factory per Sapio Gruppo; ‘Una giacca rossa’ (2’40) di Armando Antonio Mosca, Antonia Palamara, Elena Rogati, Erica Vitaterna, Federica Vallo, Sara Tizzano. Produzione: Dall’impresa allo schermo. Videoracconti e storie in forma breve.

Successivamente si è svolto l’evento ‘C’era ancora domani: il privato, il lavoro, la libertà. Dal diritto all’occupazione all’autonomia dei sentimenti’, al quale è seguita una conversazione con con Sabrina De Filippis, amministratore delegato e direttore generale di Mercitalia Logistics, Valeria Sandei, Ad Almawave – Gruppo Almaviva, Barbara Terenghi, responsabile sostenibilità di Edison, Roberto Bozzi, presidente di Confindustria Romagna, Roy Menarini, direttore de La Settima Arte Cinema e Industria e docente di Cinema e Industria Culturale all’Università di Bologna e Francesca Cadin, customer service Enti, Istituzioni, Eventi Celebrativi di Rai Teche.

A seguire è andato in scena prima l’evento “Corti di Rai Teche – C’era ancora domani | Flash. Si dice donna” di Tilde Capomazza, 1977 e, successivamente, sono proseguite le proiezioni delle opere in concorso, a cui hanno partecipato anche gli autori e i rappresentanti delle imprese in gara. Le proiezioni hanno interessato la categoria ‘Area II&S: Innovation, Image & Sound – a cura di Almaviva. Ritmo, luce, percezione’. In chiusura della seconda giornata del Premio Film Impresa è andato in scena l’evento ‘Pfi Focus – Innovazione, cura, formazione: il Campus Bio-Medico. Radici profonde e sguardo al futuro – Trentesimo anniversario’ con la proiezione di ‘Campus Stories’ di Andrea Pellizzer prodotto da associazione Campus Bio-Medico di Roma, dopo il quale si svolgerà una conversazione con Carlo Tosti, presidente dell’Università Campus Bio-Medico di Roma e della Fondazione Policlinico Universitario Campus Bio-Medico, Giampaolo Letta, Mario Sesti e con donne e uomini protagonisti del documentario.

‘Un caffè con la Regione’ è la novità che aprirà la terza e ultima giornata di questa seconda edizione: un incontro con gli esperti di Lazio Innova che offriranno una consulenza personalizzata sui bandi ‘preseed’, ‘basket bond’ e ‘nuovo fondo piccolo credito’, oltre a esplorare le opportunità di finanziamento e rispondere a tutte le domande del caso. Per l’occasione interverranno Arturo Ricci e Pina Maiorano, entrambi di Lazio Innova. Le prime proiezioni di giornata interesseranno i 10 Video realizzati nell’ambito del concorso ‘Dall’impresa allo schermo. Videoracconti e storie in forma breve’, ideato da Unindustria e Confindustria con il suo Archivio Storico per La Sapienza Università di Roma. Saranno presenti Luca Lucini, Presidente della Giuria, e le aziende partner. A seguire si svolgerà l’evento ‘Corti di rai Teche – C’era ancora domani|Flash. Uomini e affari (Gianola Nonino – la signora della grappa)’ di Marcella Gabbiano, 1989 e, subito dopo, andranno in scena le proiezioni delle opere in concorso per la categoria ‘Area Doc (parte 2) – a cura di UniCredit. Percorsi, testimonianze, fatti’.

Durante l’ultima giornata spazio anche a due eventi speciali dedicati alle opere fuori concorso: ‘PFI Explore a cura di Würth. Sfide, esperienze, territori’, seguito da una conversazione con la direttrice dello spazio espositivo Art Forum Würth Capena Valentina Spagnuolo e ‘PFI Explore|Lazio terra dell’audiovisivo. Sfide, esperienze, territori’, che saranno intervallati da un’anticipata dedicata alla stampa grazie alla quale sarà possibile visionare due speciali inediti: ‘L’eroe e il mito’ di Ermanno Olmi e “M.A.D.E. Made in Italy. Made with Bravery featuring Renzo Rosso – Ep. 8 di Francesco di Giorgio”, una produzione Frame by Frame per OTB.

Successivamente si svolgerà il talk ‘Le porte aperte di una città inclusiva e sostenibile, i grandi eventi che cambiano il volto delle città’ con la visione di ‘Il cinema e l’anno giubilare’, alla quale seguirà una conversazione con il sindaco di Roma Roberto Gualtieri insieme ad Angelo Camilli, Giampaolo Letta e Mario Sesti.

L’inedito fuori concorso ‘L’eroe e il mito’ di Ermanno Olmi, prodotto dall’azienda Dainese e con protagonista Valentino Rossi, verrà poi proiettato anche a favore del pubblico presente all’evento e seguiranno gli interventi di Guido Meda, Elisabetta Olmi, Giampaolo Letta e Mario Sesti. A chiudere la seconda edizione del Premio Film Impresa ci sarà poi l’attesissima cerimonia di premiazione inaugurata dalla visione del video essay ‘Scaraventare lo spettatore addosso agli attori: l’occhio di Francesca’, in ricordo del maestro Ermanno Olmi e seguita da una conversazione con Francesca Archibugi insieme a Mario Sesti e Francesca Magliulo, direttrice Fondazione Eos Edison Orizzonte Sociale Ets.

Una giuria d’onore d’eccezione, presieduta dal regista premio Oscar Gabriele Salvatores, assegnerà un premio alle opere in concorso in ciascuna delle seguenti categorie: Miglior Film d’Impresa Umana – Area Narrativa – Scrittura, immaginario, messa in scena; Miglior Film D’Impresa UniCredit – Area Documentaria – Storia, testimonianze, fatti e Percorsi, testimonianze, fatti; Miglior Film Almaviva – Area II&S: Innovative, Image & Sound – Ritmo, luce, percezione.

La regista e sceneggiatrice Francesca Archibugi riceverà il Premio Olmi, promosso dalla Fondazione Eos – Edison Orizzonte Sociale ETS, il Premio Speciale Ferrovie dello Stato Italiane verrà consegnato alla cantante e produttrice discografica Caterina Caselli, che parteciperà anche a una conversazione con Mario Sesti a margine della visione del video essay “Caterina Caselli: arte e impresa di una ragazza tutta d’oro”. Il Premio Speciale Film Impresa-Unindustria alla creatività verrà consegnato all’imprenditore Renzo Rosso, che a conclusione della terza giornata sarà protagonista di una conversazione con Giampaolo Letta. Il Premio Film Impresa è patrocinato da Roma Capitale, Camera di Commercio di Roma e Rai Teche, in collaborazione con Confindustria e Regione Lazio, ANICA, UNA e Casa del Cinema di Roma.

L’iniziativa ha visto per il secondo anno consecutivo il contributo di Almaviva, Edison, Fondazione Eos – Edison Orizzonte Sociale ETS, Gruppo FS, Umana e UniCredit, ai quali si sono aggiunti nel 2024 Università Campus Bio-Medico di Roma, Fondazione Policlinico Universitario Campus Bio-Medico, Würth, ITS Meccatronico del Lazio. Adnkronos è media partner.


Fonte

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *