L’iniziativa è ideata e realizzata da Unindustria con il supporto di Confindustria

Cinema, II edizione a Roma del Premio Film Impresa

Al via presso la Casa del Cinema a Roma la II edizione del Premio Film Impresa. L’iniziativa, ideata e realizzata da Unindustria con il supporto di Confindustria, mira a valorizzare, esaltare e comunicare i valori delle imprese e di chi ci lavora attraverso i diversi linguaggi del cinema che sempre più spesso le aziende realizzano per raccontare la loro storia, il loro prodotto, il lavoro delle persone, il rapporto con il territorio. La manifestazione è stata inaugurata con il talk ‘Comunicare l’impresa, l’impresa di comunicare. Connessione, emozione, narrazione: il valore del racconto’, al quale hanno partecipato il presidente del Premio Film Impresa Giampaolo Letta, il direttore artistico Mario Sesti e Ferzan Ozpetek, il noto regista a cui al termine del dibattito è stato consegnato il Premio Speciale Film Impresa da Francesco Rutelli, presidente Anica Associazione Nazionale Industrie Cinematografiche Audiovisive e Digitali.

All’apertura della manifestazione hanno partecipato anche Angelo Camilli, presidente di Unindustria, Alberto Tripi, presidente Almaviva, Cristina Parenti, responsabile relazioni esterne e comunicazione Edison, Luca Torchia, chief communication officer Gruppo Fs, Maria Raffaella Caprioglio, presidente Umana e Roberto Fiorini, Regional Manager Centro UniCredit. Il programma di giornata è proseguito con la visione di ‘Corti da Rai Teche – C’era ancora domani|Flash. La donna che lavora – La fabbrica’, di Ugo Zatterin e Giovanni Salvi, 1959.

La Sala Cinecittà ha poi ospitato la proiezione delle opere in concorso, a cui hanno partecipato anche gli autori e i rappresentanti delle imprese in gara. Le prime proiezioni in concorso hanno interessato la categoria ‘Area Doc (parte prima) – a cura di UniCredit – Storie, testimonianze, fatti’ con la visione delle seguenti opere in nomination: ‘L’uomo, l’automobile, la città di Paolo Mancini (Produzione Manafilm per Automobile Club Roma), ‘La storia di Peppino Fumagalli. La Candy, le imprese, la famiglia’ di Massimiliano Finazzer Flory (Produzione Movie&Theater per Candy), ‘Ceramics of Italy. Un viaggio nella sostenibilità di Esmeralda Calabria’ (Produzione Aki Film per Edi.Cer), ‘An Emperor’s Jewel’ di Andrea Rovetta (Produzione Atomic per Bulgari).

Successivamente si è svolto l’evento speciale ‘C’era ancora domani: Libertà, famiglia, impresa. dalla parità sul lavoro all’innovazione del brand’ a cura di Caterina Taricano e con gli interventi di Francesca Cadin, customer service Enti, Istituzioni, Eventi Celebrativi di Rai Teche, Maria Raffaella Caprioglio, presidente Umana, e Sara Gay – Head of Group Diversity, Equity and Inclusion, UniCredit. A conclusione della prima giornata è andato in scena l’evento ‘Video essay: Gabriele Salvatores: il suo canto libero. Lasciateci perdere: memoria, passione e cinema di un premio Oscar’, al quale è seguita una conversazione con Gabriele Salvatores, Gloria Satta e Mario Sesti. Ad aprire la seconda giornata del Premio Film Impresa, in programma domani, l’evento speciale ‘Streaming, web, serie: l’avventura continua. La nuova serialità sbarca nella comunicazione d’impresa’, al termine del quale si svolgerà il talk ‘Nuova serialità, comunicazione imprenditoriale e la generazione Zeta’ con Andrea Minuz e Mario Sesti che dialogheranno con gli studenti e gli imprenditori presenti in sala.

A seguire, oltre alle proiezioni delle opere in concorso per le categorie Area Narrativa – a cura di Umana – Scrittura, immaginario, messa in scena e Area II&S: Innovative, Image & Sound – a cura di Almaviva – Ritmo, luce, percezione, in programma il talk ‘Il talento non ha genere. Nel cinema, nello sport, in azienda. Equità di genere: un confronto su coraggio, libertà, visione e possibili rivoluzioni’, a cura di Gruppo Fs. Si svolgeranno poi i seguenti eventi: ‘Corti da Rai teche – C’era ancora domani|Flash. La stampa femminile (Casa e lavoro)’, di Giulietta Vergombello, 1973, ‘C’era ancora domani|Flash. Si dice donna’ di Tilde Capomazza, 1977, ‘C’era ancora domani: il privato, il lavoro, la libertà. Dal diritto all’occupazione all’autonomia dei sentimenti’, dopo il quale seguirà una conversazione con Sabrina De Filippis, amministratore delegato e direttore generale di Mercitalia Logistics, Valeria Sandei, Ad Almawave – Gruppo Almaviva, Barbara Terenghi, responsabile sostenibilità di Edison, Roberto Bozzi, presidente di Confindustria Romagna, Roy Menarini, direttore de La Settima Arte Cinema e Industria e docente di Cinema e Industria Culturale all’Università di Bologna e Francesca Cadin, customer service Enti, Istituzioni, Eventi Celebrativi di Rai Teche.

A chiudere la seconda giornata spazio all’evento ‘Pfi Focus – Innovazione, cura, formazione: il Campus Bio-Medico’, con la proiezione di ‘Campus Stories’ di Andrea Pellizzer prodotto da Associazione Campus Bio-Medico di Roma, dopo il quale si svolgerà una conversazione con Carlo Tosti, presidente dell’Università Campus Bio-Medico di Roma e della Fondazione Policlinico Universitario Campus Bio-Medico, Giampaolo Letta, Mario Sesti e con donne e uomini protagonisti del documentario. Il Premio Film Impresa è patrocinato da Roma Capitale, Camera di Commercio di Roma e Rai Teche, in collaborazione con Confindustria e Regione Lazio, Anica, Una e Casa del Cinema di Roma.


Fonte

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *