Durante la sua ultima conferenza stampa, Giorgia Meloni è tornata a nominare Chiara Ferragni e questa sua scelta ha diviso l’opinione pubblica. Tra quelli a cui non è piaciuta la presa di posizione della Presidente del Consiglio c’è anche Antonio Caprarica. Il giornalista ieri a Pomeriggio 5 ha spiegato come mai – secondo lui – Giorgia ha sbagliato.

Caprarica su Giorgia Meloni: “Polemizza su un cittadino che non ha il suo potere”.

“La Meloni che la cita continuamente? Lei capisce furbamente che la Ferragni adesso è il nemico perfetto. Io trovo assai deplorevole che un Presidente del Consiglio impieghi il suo tempo e le sue energie per polemizzare con un singolo cittadino. Temo che la nostra Presidente del Consiglio si senta ancora discriminata all’opposizione. Oggi però è al vertice del potere e del governo. Quindi dovrebbe stare attenta quando polemizza a non polemizzare con un cittadino che non ha le sue stesse armi.

Chiara avrà anche 30 milioni di follower, ma non di voti e non le danno il potere immenso di cui dispone la nostra Presidente del Consiglio. E lo dico non facendo parte degli influenzati e influenzabili dalla Ferragni. Tra l’altro io non sono sui social, ma ho rispetto per chi nel mondo di oggi intravede opportunità in queste piattaforme. La Ferragni ha fatto un errore grandissimo, però si è scusata e ha pagato per questo errore. Quando sento la Presidente del Consiglio che invoca trasparenza nella pubblicità mi viene da dirle che ha ragione e le vorrei dire ‘sono d’accordo con lei, anche nella politica magari, che ne dice cara Presidente del Consiglio?’”.

In effetti Caprarica non ha tutti i torti, qualcuno dovrebbe ricordare a Giorgia che non è più all’opposizione, che adesso invece di arrabbiarsi può davvero cambiare le cose (come rispettare la promessa di abolire le accise sui carburanti, l’eliminazione delle commissioni sui pagamenti digitali per piccoli importi o il controllo dell’immigrazione clandestina). Insomma, chi chiede trasparenza dovrebbe darla per primo.

Le nuove parole di Giorgia Meloni su Chiara Ferragni.

“Le mie parole su Chiara Ferragni? Mi ha molto colpito la reazione scomposta della sinistra: sembrava avessi attaccato Che Guevara. Io pongo un fatto di valore, sul chi fa davvero l’eccellenza italiana, poi c’è invece una questione sul tema della trasparenza in beneficenza su cui si deve lavorare. C’è una questione che questa vicenda mi ha fatto balzare agli occhi, ed è il tema della trasparenza sulla beneficenza. Questo è un tema su cui bisogna lavorare perché altrimenti si rischia che un caso singolo possa impattare su una cosa importante come la beneficenza. Capire quali siano oggi le regole sulla trasparenza e magari migliorarle può essere utile per tutti. Ed è una cosa su cui sto ragionando”.



Fonte

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *