Selvaggia Lucarelli nell’incontro avuto con l’esperto di crisi Alberto Mattia ha raccontato che anche lei, proprio come Chiara Ferragni, ha avuto una crisi reputazionale subito dopo il pandoro gate. Il riferimento è ovviamente a Giovanna Pedretti, la ristoratrice morta suicida. “Quando ci è successo [a lei e Lorenzo Biagiarelli, ndr] avevo chiaro il video di Ferragni con la tuta grigia e avevo capito che tutto quello che aveva fatto lei non dovevo farlo io perché era tutto sbagliato“.

Biagiarelli e Lucarelli: “Caso della ristoratrice? Come abbiamo deciso di uscirne”

“Io e Lorenzo in quel momento avevamo due ruoli diversi anche se entrambi eravamo investiti da una sh1tstorm ed era ingovernabile. La prima cosa che abbiamo capito, senza neanche sederci al tavolo delle strategie giuste, è che non si poteva reagire a quella cosa lì, era una cosa inarginabile. Così abbiamo lasciato che la gente sfogasse la propria emotività, abbiamo snobbato l’ondata di indignazione. Lorenzo ha deciso che per un mese sarebbe rimasto in silenzio, io avevo invece deciso di controbattere alla cattiva informazione smascherandola apertamente. L’ho giocata su quel fronte e sono riuscita ad arginare, perché la stampa in quel momento è indietreggiata”.

Lorenzo Biagiarelli dopo un mese di silenzio ha pubblicato un video per parlare dell’argomento, mentre Selvaggia Lucarelli non è più tornata sul caso.

“Lorenzo dopo un mese ha fatto un video lunghissimo di quindici minuti in cui non ha chiesto scusa, non si sentiva responsabile. La sua onestà intellettuale ha pagato. Onestà intellettuale secca e sincera. Io invece avevo deciso di non dire più nulla”.

Il parere dell’esperto di crisi

Il video di Lorenzo Biagiarelli è fatto molto bene a livello comunicativo perché parte dai fatti, non usa stratagemmi. Va a mettere in fila i fatti e va a dare la sua visione oggettiva della storia e solo dopo arriva alla conclusione del non chiedere scusa”; ha dichiarato l’esperto di crisi Alberto Mattia, “Se lui si fosse presentato in video dicendo subito ‘non chiedo scusa’ sarebbe stato un messaggio sbagliato del modo“.



Fonte

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *