Barbara D’Urso criticata per i suoi intercalari. La conduttrice decide di fare chiarezza

La carriera di Barbara D’Urso è una tra le più lunghe nel panorama della conduzione nel piccolo schermo italiano. La mitica Carmelita condotto tantissimi programmi, facendosi amare dal pubblico ma, a volte, attirandosi addosso anche diverse critiche e polemiche.

Sono molti attualmente quelli che ritengono il modo di fare di Barbara insopportabile e che attaccano aspramente anche le sue frasi iconiche. In effetti, alcuni dei modi di dire della D’Urso sono diventati un simbolo delle sue trasmissioni anche se spesso non è facile capire che cosa la conduttrice volesse intendere.

Un esempio è la frase: “Anche stamattina ho strappato dei quotidiani per voi”, che a volte Carmelita usa rivolgere al suo pubblico. A rivelare il significato di questo intercalare è la stessa conduttrice, che spiega: “Lo dico mostrando delle pagine di quotidiani che ho in mano e che riguardano le storie di cui ci occupiamo“.

Barbara D'Urso rivela il significato del suo: "Col cuore"

“È giusto citare la fonte da cui si attinge. E sono particolarmente felice, nell’era digitale, di dare visibilità ai cari vecchi quotidiani cartacei”. Un altro intercalare che Barbara usa spesso è il suo famosissimo ‘col cuore’, che ormai è diventato una sorta di marchio di fabbrica.

Spesso la D’Urso aggiunge anche che: “Il mio cuore è vostro, dei miei figli e vostro”. Anche riguardo a questo saluto particolare che Carmelita ripete spesso e a cui sembra molto affezionata, era stata lei stessa a dare una spiegazione più chiara.

“È la frase con cui chiudo quasi ogni puntata. È nata in maniera assolutamente naturale per salutare il pubblico ed è diventato un vero e proprio tormentone, tanto che Mediaset ha creato dei braccialetti che si chiamano “Col cuore” e sui social è diventato virale l’hashtag #colcuore”.

Insomma, nulla di più semplice e spontaneo: una vera e propria dichiarazione di affetto: è evidente che Barbara è dedita completamente al suo lavoro.





Fonte

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *