Questi animali possono essere domestici e va benissimo, ma il consiglio degli esperti è quello di non baciarli mai ed ecco perché.

Drago Barbuto

Ci sono diversi tipi di animali domestici. I più comuni sono, naturalmente, il cane e il gatto, rispettivamente al primo e secondo posto nel mondo, ma non sono i soli. Pensiamo a chi ama avere l’acquario con i pesci, chi ama invece gli uccelli come i pappagalli o gli inseparabili. Molte persone amano tenere in casa rettili. Insomma, l’inventario è abbastanza vario, ma bisogna comunque fare attenzione, in tutti i casi. Infatti, dopo molta preoccupazione, è arrivata una raccomandazione importante su un animale in particolare e vedremo qui di seguito tutti i dettagli.

Animali domestici sì, ma attenzione a baciarli: come comportarsi con il drago barbuto

Alcune persone amano tenere in casa come animale domestico il drago barbuto. È un sauro della famiglia Agamide e arriva dall’Australia. Sono animali diurni ed hanno un carattere molto docile e affabile, ecco perché si è diffuso come animale da compagnia. Tuttavia, ci sono delle accortezze da osservare e ne è arrivata comunicazione dalle autorità.

Drago barbuto nell'erba

Infatti, negli Stati Uniti ci sono stati 15 casi di malattia di Salmonella legati alla presenza in casa di un drago barbuto. I Cdc americani, ovvero i centri di controllo e prevenzione delle malattie, ha dovuto riprendere i cittadini e dare una raccomandazione: “non baciate il drago barbuto!”.

Quando si vive a stretto contatto con un animale è naturale provare tanto affetto e volerne il contatto fisico. Succede sempre con cani e gatti, perché non desiderarlo anche con tutti gli altri? Eppure, ci sono dei rischi. Nel caso del drago barbuto, è un animale che può portare dei germi.

Se vuoi saperne di più, leggi il nostro approfondimento sul tema >>> Un pericoloso rettile come animale domestico: la follia di un uomo è virale

Questo ha portato le autorità ad avvertire di non prenderlo come animale domestico soprattutto se ci sono in famiglia bambini sotto i 5 anni o persone che hanno superato i 65. Queste, infatti, hanno un sistema immunitario più debole e sono maggiormente esposti a malattie.

Il drago barbuto può essere responsabile di trasmettere la salmonella, attraverso i suoi escrementi. Per questo è opportuno dedicargli un recinto e stare molto attenti a quando si tocca. Bisogna lavarsi accuratamente le mani con acqua e sapone dopo averlo maneggiato e dopo aver avuto a che fare con il suo spazio vitale. Ovviamente, bisogna sempre tenere tutto pulito e, possibilmente, non coccolarlo e non baciarlo.

Le autorità hanno esteso la comunicazione a tutta la popolazione, poi chi si occupa della vendita e del trattamento di questi animali deve osservare delle regole ben precise tra cui istruire come si deve le persone che li comprano e li portano a casa.

 

Fonte

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *